Incendio a Cesate, un 50enne ustionato e due aziende dichiarate inagibili

Pesante il bilancio del rogo che sarebbe partito da un furgone parcheggiato in via Mincio

Le fiamme in uno dei due capannoni
Le fiamme in uno dei due capannoni

Una persona ustionata e due aziende pesantemente danneggiate e dichiarate inagibili. E’ questo il bilancio dell’incendio che si è sviluppato nella notte tra venerdì 1 e sabato 2 settembre a Cesate, in provincia di Milano. Il rogo è divampato in via Mincio dove hanno sede diverse industrie. Due quelle che sono state avvolte dalle fiamme che sarebbero partite da un furgone parcheggiato poco distante: una che installa pannelli fotovoltaici e l’altra che assembla materiale elettronico. Il proprietario di ques’ultima, un cinese 50enne, nel tentativo di spegnere le fiamme è rimasto ustionato al torace e alle braccia ed è stato trasportato a Niguarda. Impegnativo il lavoro dei vigili del fuoco per spegnere il rogo. Sul posto anche i carabinieri di Solaro.