In casa nasconde droga, un’ascia e quasi mille euro: in manette

MILANO Alla vista della polizia ha buttato a terra un involucro (che poi si è scoperto con...

In casa nasconde droga, un’ascia e quasi mille euro: in manette

In casa nasconde droga, un’ascia e quasi mille euro: in manette

Alla vista della polizia ha buttato a terra un involucro (che poi si è scoperto contenere droga) e ha insultato gli agenti. Alla fine l’uomo, un marocchino di 36 anni con precedenti, è stato arrestato per spaccio. È successo ieri notte all’1.30 in via Fratelli Rizzardi, al quartiere Trenno. In base a quanto emerso, l’uomo ha scagliato a terra una dose di hashish e poi ha inveito contro i poliziotti, che hanno subito raccolto il sacchetto e poi sono passati alla perquisizione in casa del marocchino, nella stessa via. Tra quelle mura hanno trovato tre etti e mezzo di hashish, un coltello sporco dello stesso stupefacente, evidentemente utilizzato per tagliare la sostanza e confezionare le dosi, e pure un’ascia. Non solo: c’erano anche 930 euro in banconote di diverso taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio, nascosti dentro l’armadio. L’uomo è stato quindi arrestato.

Lunedì mattina, invece, poco prima di mezzogiorno, è stato arrestato un egiziano di 27 anni irregolare sul territorio e con precedenti, in piazzale Cuoco. La dinamica è simile: alla vista della Volante che stava perlustrando la zona ha cambiato direzione insospettendo gli agenti. È entrato quindi in un Kebab dove ha lasciato cadere, oltre alle sigarette, un panetto di 102 grammi di hashish e 90 euro in banconote. Anche in questo caso la perquisizione si è estesa a casa, in realtà un luogo in cui veniva ospitato, a Gallarate, ma non c’erano tracce di stupefacente. In ogni caso, quanto raccolto in piazzale Cuoco è bastato a farlo finire in manette.

La polizia di Stato è intervenuta anche a Rogoredo, noto per i problemi di spaccio, poco prima di mezzanotte. Ma stavolta la droga non c’entra, almeno all’apparenza. Perché gli agenti sono intervenuti in quanto un passante, un uomo di 56 anni, aveva notato una donna prendere a spallate la vetrina del Bar tabacchi della stazione fino a romperla. E anche per la donna, italiana di 42 anni, con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e una condanna per reati contro la pubblica amministrazione, è scattato l’arresto.

M.V.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro