Il Terzo Paradiso di Pistoletto: "Simbolo di pace e di rinascita"

A Trezzano la manifestazione del movimento che si impegna per cambiare in meglio la società

Si chiama “Rebirth-day“, il “giorno della rinascita“. È un’iniziativa internazionale che si celebra il 21 dicembre: data simbolica dal 2012, quando il mondo era stato travolto dalla “profezia Maya“ che indicava per quel giorno la fine del mondo. Negli anni, collegato al giorno della rinascita, si è sviluppato il movimento del “Terzo Paradiso“, che si impegna a collaborare per una "responsabile trasformazione della società".

Il “Terzo Paradiso“ è un’opera dell’artista Michelangelo Pistoletto, che è diventata il simbolo del cambiamento e di "un nuovo percorso che unisce natura e sostenibilità", spiega il sindaco Fabio Bottero. Trezzano ha aderito, nei giorni scorsi, al flash mob di pace e legalità, ispirato agli obiettivi del Rebirth-day, coinvolgendo le scuole e le associazioni per ricreare l’opera di Pistoletto.

"Gli studenti della scuola primaria Franceschi e il Comitato di quartiere Boschetto hanno riprodotto all’interno del Parco dei Sorrisi il simbolo del Terzo Paradiso, ricreando l’opera di Pistoletto con la piantumazione di siepi disposte in tre cerchi". Alle due estremità c’è da una parte il “pioppo niger“, superstite della tempesta che ha gravemente danneggiato il parco lo scorso 25 luglio, e dall’altra la “Porta della Pace“, il cancello dello spazio verde reinterpretato dai giovani del Comitato Boschetto, che lo hanno ridipinto con i colori della bandiera della pace. Al centro di questo spazio crescerà un melo, emblema di rinascita in sintonia con il messaggio che rappresenta l’opera di Pistoletto, la “Mela Reintegrata“ esposta a Milano, di fronte alla Stazione Centrale.

"Il Terzo Paradiso assume anche un ruolo di simbolo nell’azione di contrasto verso ogni forma di violenza e sopraffazione, sia da parte dei governi che delle singole persone o organizzazioni criminali, a sostegno dell’adesione del nostro Comune ad Avviso pubblico", sottolinea Bottero. "La collaborazione tra l’Ambasciata del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto e l’Amministrazione – ancora Bottero – ci offre l’opportunità di trasformare le parole in azioni, costruendo un futuro più verde per le generazioni. Ringrazio Fortunato D’Amico, ambasciatore della Fondazione, per aver voluto stringere questa alleanza che rappresenta un esempio tangibile di come il mondo dell’arte, della cultura e dell’amministrazione pubblica possano convergere per creare un impatto positivo sulle comunità e sull’ambiente".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro