LAURA LANA
Cronaca

Il “Sesto d’oro“ si fa in 6 per sport. Sul podio la Geas e mister Nunziata

Premiati anche Fondrini, la Pentola d’oro, la San Vincenzo De Paoli e il circolo culturale “Il Tricolore“

Il “Sesto d’oro“ si fa in 6 per sport. Sul podio la Geas e mister Nunziata

Il “Sesto d’oro“ si fa in 6 per sport. Sul podio la Geas e mister Nunziata

Sei le benemerenze civiche che sono state conferite durante la festa patronale di San Giovanni, con un “ex aequo“ sullo sport. Il Sesto d’oro è andato alla Polisportiva Geas, che quest’anno ha compiuto il 70esimo anno di attività: 14 discipline differenti per la società rossonera, "che ha contribuito allo sviluppo dello sport e al benessere della comunità. Sono eccellenti i risultati che atleti e allenatori hanno ottenuto a livello europeo, mondiale e olimpico".

Per lo "straordinario impegno allo sviluppo del calcio giovanile in Italia svolto con competenza e capacità di ispirare e motivare i giovani talenti", il secondo premio è stato consegnato all’allenatore Carmine Nunziata, ex centrocampista e attuale commissario tecnico della Nazionale di calcio under 21. Il Sesto d’oro è andato anche a Paolo Fondrini per i 60 anni di un’attività imprenditoriale che ha sostenuto e promosso lo sviluppo del territorio, e per gli oltre 25 anni di attività alla Pentola d’oro, il ristorante portato avanti da Gennaro Lepore e Stefania Colosimo.

Spazio al sociale con la benemerenza alle Conferenze sestesi della San Vincenzo De Paoli. Maria Palma, Rosella Masin Coronelli, Silvana Tondi e Lucia Antonietta Tondi hanno ritirato il premio "per l’impegno costante nel servire la comunità con altruismo, dedizione e generosità, migliorando la vita delle persone con fragilità".

Infine, "per i 20 anni di attività culturale svolta sul territorio con un’ampia gamma di eventi e conferenze che hanno arricchito la vita culturale della città" l’ultimo riconoscimento è andato al circolo culturale “Il Tricolore“. "Questa è una cerimonia importante che premia chi svolge un lavoro sul territorio con grande impegno, portando lustro alla città e diventando un esempio soprattutto per i giovani. Abbiamo voluto celebrare le eccellenze di Sesto San Giovanni – ha commentato il sindaco Roberto Di Stefano –. Ringrazio tutti coloro che hanno formulato le proposte di candidatura e ringrazio la rinnovata commissione che le ha esaminate. Mi congratulo con i premiati: si tratta di persone di altissimo profilo che contribuiscono in maniera significativa a tenere alto il nome della nostra città non solo in Italia ma anche all’estero. Sesto San Giovanni vi ringrazia ed è orgogliosa di voi".