Gli interventi in difesa del territorio. Due milioni per resistere ai nubifragi

A tanto ammonta lo stanziamento deciso dalla Regione per Milano e provincia

Gli interventi in difesa del territorio. Due milioni per resistere ai nubifragi

Gli interventi in difesa del territorio. Due milioni per resistere ai nubifragi

La Giunta regionale ha approvato ieri una delibera che stanzia 5 milioni di euro per interventi sulla rete idrica volti ad aumentare la resilienza del territorio e mitigare, così, il rischio idrogeologico, anche nel caso di eventi emergenziali, quali i recenti nubifragi, e catastrofici. L’ente attuatore dei lavori è l’Agenzia Interregionale Fiume Po. "Questa decisione rappresenta un altro significativo passo avanti verso la tutela delle comunità locali – afferma l’assessore regionale a Territorio e Sistemi Verdi, Gianluca Comazzi –. Sono 23 le opere di cui si compone il piano che interesserà i corsi d’acqua che attraversano le provincie di Milano, Pavia, Lodi, Mantova e Cremona. Questa delibera è frutto del lavoro congiunto e dell’impegno costante dell’assessorato e di Regione Lombardia". Nella provincia di Milano saranno svolte opere di manutenzione straordinaria per 2 milioni, a partire dal canale Redefossi tra San Donato e dalla confluenza con la roggia Vettabbia (250.000 euro). Il Lambro settentrionale sarà interessato da opere di manutenzione straordinaria tra le provincie di Monza e Milano (200.000 euro), così come i torrenti Seveso e Terrò-Certesa (200.000 euro). Altri interventi riguarderanno il Canale Scolmatore Nord Ovest (250.000 euro) e il tratto tra Settimo Milanese e Albairate (100.000 euro).