Ghisa, anche la Uil sceglie la linea dura: "Sciopero"

Sciopero dei vigili di Milano il 24 marzo, Uil, Sulpl e Usb aderiscono. Disaccordo con Cgil, Cisl e Csa su trattative con l'amministrazione. Lotta sindacale in corso.

Il 24 marzo incroceranno le braccia anche i vigili iscritti alla Uil. Ieri mattina, il sindacato ha formalizzato la proclamazione dello sciopero nel giorno della Stramilano insieme alle sigle Sulpl e Usb: "Abbiamo deciso un percorso diverso da Cgil, Cisl e Csa – spiega il delegato Gianmarco Aiello –. Da quello che si evince dall’udienza dell’articolo 28, non ci sono novità che possono ribaltare il mandato assembleare dei lavoratoridel Corpo di polizia locale". Il riferimento è alla decisione del giudice del lavoro, che ha invitato da una parte i rappresentanti di Cgil, Cisl e Csa e dall’altro l’amministrazione a sedersi a un tavolo per "confrontarsi sulle problematiche del Corpo della polizia locale", dopo lo strappo che ha proclamato alla disdetta del contratto e alla mobilitazione dei ghisa.

Inoltre, il giudice ha sollecitato i tre sindacati a presentare una proposta. "Attualmente – ragiona dal canto suo Aiello – restano tutti i pregiudizi nei confronti dell’amministrazione, che mantiene le sue prerogative. Pertanto, anche la Uil-Fpl manterrà le proprie e continuerà con le iniziative di lotta sindacale, compresa l’indizione dello sciopero il 24 marzo e lo sciopero degli straordinari, con le assemblee di routine". Il volantino che preannuncia lo sciopero ha come incipit lo slogan: "Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. La lotta continua". La chiusura è altrettanto tranchant: "Noi non ci fidiamo di questa amministrazione".

N.P.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro