NICOLA PALMA
Cronaca

Milano, furti nei negozi del centro con il trucco della calamita: coppia fermata dalla polizia. In casa merce rubata per 11mila euro

In casa della donna, una 32enne con precedenti, trovati 232 capi di vari marchi, tutti quasi certamente rubati. Dovrà rispondere anche di ricettazione

Coppia ruba nei negozi di Milano con il trucco della calamita (frame video Polizia)
Coppia ruba nei negozi di Milano con il trucco della calamita (frame video Polizia)

Milano, 7ottobre 2023 –  A casa aveva messo su un vero e proprio atelier, con più di 230 capi di vari marchi, tutti quasi certamente rubati. Valore: 11mila euro. Così gli agenti della Squadra mobile hanno scoperto il "guardaroba" segreto di una ladra seriale, una quarantenne di origine peruviana con diversi precedenti alle spalle per i medesimi reati e attualmente sottoposta alla misura alternativa dell'affidamento in prova ai servizi sociali; la donna è stata arrestata per una serie di colpi in centro. In manette pure un connazionale di 32 anni, pure lui già noto alle forze dell'ordine.

I controlli in centro

Alle 15 di giovedì, nel corso di uno dei consueti servizi antifurti nelle vie più battute da turisti e popolo dello shopping, i poliziotti in borghese della sezione "Contrasto al crimine diffuso", guidati dal dirigente Marco Calì e dal funzionario Michele Scarola, hanno notato la coppia nella folla e hanno deciso di seguirla. I due sudamericani sono entrati prima in un negozio di abbigliamento sportivo di via Torino e poi in una pelletteria di corso Vittorio Emanuele, per chiudere il loro personalissimo "tour" in una farmacia di via Larga. Lì, dopo averli visti prelevare un medicinale da uno scaffale e uscire senza passare dalla cassa, gli investigatori li hanno immediatamente fermati e sottoposti a perquisizione.

Il trucco della calamita

Il trentaduenne aveva un sacchetto di carta in mano: dentro c'erano un farmaco da 15 euro e due borse da donna del valore di 200 euro. La complice, invece, aveva con sé quattro leggings sportivi da 160 euro e due "arnesi del mestiere" indispensabili per portare a termine i furti: un dispositivo di metallo di forma ricurva e una potente calamita, usati per staccare le placche antitaccheggio ed evitare di far scattare l'allarme all'uscita degli esercizi commerciali. Gli agenti hanno contattato i responsabili dei due negozi e della farmacia e restituito loro il maltolto.

A casa della donna

I due presunti ladri avevano altri capi di abbigliamento per un valore complessivo di 300 euro, tutti con etichetta tranne uno, quasi certamente rubati in altri punti vendita. Non è finita. A casa della quarantenne, i poliziotti hanno trovato altri 232 capi d'abbigliamento del valore di 11mila euro. Quindi, la peruviana dovrà rispondere anche di ricettazione. I due sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e portati in camera di sicurezza, in vista della direttissima.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro