Era fuggito in Marocco in elicottero. Arrestato lo youtuber

Loris Sabatucci è stato fermato a Tangeri ma del velivolo comprato nella ex Jugoslavia si sono perse le tracce

Loris Sabatucci

Loris Sabatucci

È in prigione Loris Sabatucci, pregiudicato, di professione youtuber – se così si può dire – con la passione per gli elicotteri e l’alta velocità. Visto che tra le sue attività principali c’è quella di filmarsi mentre sfreccia con la nebbia in autostrada a 300 chilometri orari. Sabatucci, milanese di origini piacentine, è accusato dalle autorità di Tangeri di essere entrato nel Paese in elicottero con un volo non autorizzato. Ragion per cui, cinque giorni fa, è stato arrestato in qualità di clandestino. Le notizie riguardo questa vicenda, per il momento, sono ancora frammentarie: il 46enne sarebbe partito dall’Italia pilotando lui stesso un elicottero, fino ad arrivare in Marocco. Qui sarebbe stato intercettato e preso in consegna dalle autorità locali, che ora vogliono vederci chiaro sulla ragione del suo viaggio. Anche perché, da quanto risulta, dell’elicottero utilizzato dall’uomo per raggiungere il Marocco non c’è più traccia. L’avvocato di Sabatucci, Roberto Grittini, ha spiegato di essere in contatto con la Farnesina, l’ambasciata di Casablanca e il consolato italiano a Tangeri per ottenere la liberazione e il rimpatrio dell’uomo. "Mi auguro che la situazione del mio assistito si chiarisca al più presto – ha commentato il legale –. Ci sono ancora tanti dettagli da spiegare riguardo il motivo e il contesto nel quale è stato fermato dalle autorità marocchine". Non è la prima volta che le “gite“ in elicottero procurano delle grane a Sabatucci (noto su YouTube come Loris75pc). Basti ricordare che nel 2017 era stato arrestato a Pavia dalla Guardia di finanza per aver messo in piedi una gigantesca fabbrica clandestina di sigarette. In seguito, nel corso delle indagini sul suo patrimonio, le fiamme gialle avevano scoperto l’esistenza di un elicottero, secondo gli inquirenti utilizzato per trasportare grosse quantità di droga in Sardegna, eludendo così i controlli. Ulteriori accertamenti che avevano coinvolto anche la Direzione distrettuale antimafia di Cagliari hanno portato al sequestro di quattro auto di lusso, conti correnti per mezzo milione di euro e dello stesso elicottero, un modello disarmato ma riconducibile a quelli utilizzati durante la guerra in Jugoslavia. Le indagini a carico dell’uomo sono sfociate, l’anno successivo, in una misura cautelare in carcere. D’altronde il mezzo più amato da Sabatucci – insieme alle auto sportive – compare anche in un video da lui pubblicato proprio su YouTube, nel quale l’uomo si vantava di essere appena atterrato in elicottero nel parcheggio di un McDonald’s per acquistare hamburger e patatine.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro