Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 giu 2022

Italiani in fuga dalle periferie: ma a Milano c’è chi inverte la tendenza

Lo studio di Politecnico e Comune: un alunno su tre cambia quartiere. Sperimentare in contesti difficili aiuta

21 giu 2022
simona ballatore
Cronaca
C'è qualcuno che sceglie la periferia, secondo uno studio milanese
C'è qualcuno che sceglie la periferia, secondo uno studio milanese
C'è qualcuno che sceglie la periferia, secondo uno studio milanese
C'è qualcuno che sceglie la periferia, secondo uno studio milanese

Milano - Fuga verso le scuole del centro. Fuga verso le scuole private. Mentre in periferia si rischiano classi-ghetto. Il fenomeno della segregazione scolastica nell’età dell’obbligo, ribattezzato anche “white flight“, c’è ancora. A monitorarlo è il Politecnico, insieme al Comune di Milano. Un bambino italiano su tre cambia scuola, uno su quattro guarda alle private. Ma qualcosa sta cambiando, ci sono scuole di frontiera che hanno invertito la tendenza e che diventano casi di studio. Il monitoraggio del Politecnico arriva al 2019, appena prima della pandemia; si stanno raccogliendo ora gli ultimi dati per analizzare l’effetto Covid. «Il fenomeno è ancora lì – conferma il professore Costanzo Ranci, che con Carolina Pacchi cura lo studio –. Ma dentro questo quadro di grande stabilità c’è un elemento nuovo. Ci sono alcuni territori e alcune scuole a Milano, sia alle elementari che alle medie, che hanno un effetto di de-segregazione. Si sta registrando un mix maggiore rispetto agli anni precedenti". La popolazione straniera a Milano, nelle scuole, è arrivata al 28% (molti di questi alunni sono nati in Italia). Se nel 2015/16 gli italiani alla scuola di bacino erano il 43,9%, il 33,3% risultava iscritto in altre scuole e il 22,8% alle paritarie, nel 2018/2019 hanno scelto la scuola del quartiere il 42,1% delle famiglie. Tra gli stranieri, nel 2015 il 60% era iscritto alla scuola di bacino, nel 2018/2019 il 56% (il 39% si è spostato verso altre scuole statali e il 4,8% nelle private). Analizzando gli ordini e i gradi scolastici, nelle scuole dell’infanzia statali è presente il 40% di alunni di origine straniera, nelle primarie il 29%, alle medie il 26%. "Dentro questo quadro, che deve tenere conto anche della crescita della popolazione straniera nel suo complesso, permane la tendenza degli italiani a fuggire dalle scuole più connotate in senso ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?