È uno dei buchi neri della città. Un’area che negli ultimi tre anni ha conosciuto quasi solo abbandono e degrado, a parte un paio di settimane dell’anno scorso, dal 30 agosto al 15 settembre, in cui ha ospitato la Festa dell’Unità. Parliamo dei 32 mila metri quadrati in via Fabio Massimo 36 in cui fino al 2017 c’era la discoteca Karma, nota in...

È uno dei buchi neri della città. Un’area che negli ultimi tre anni ha conosciuto quasi solo abbandono e degrado, a parte un paio di settimane dell’anno scorso, dal 30 agosto al 15 settembre, in cui ha ospitato la Festa dell’Unità. Parliamo dei 32 mila metri quadrati in via Fabio Massimo 36 in cui fino al 2017 c’era la discoteca Karma, nota in passato anche come Borgo del Tempo Perso e Parco delle Rose.

Si tratta di un immobile tra Corvetto e Rogoredo, poco distante dal Boschetto della droga, che, dopo una lunga e complessa vicenda giudiziaria, è diventato di proprietà comunale nel gennaio del 2019. La Giunta Sala, nel marzo dello stesso hanno, ha lanciato un bando per riutilizzare l’area, offrendola in concessione d’uso per 25 anni per un canone annuo di 5 mila euro. Ma la gara non è andata a buon fine e l’immobile è restato senza gestore. Adesso Palazzo Marino ci riprova. Venerdì la Giunta – come ha spiegato l’assessore comunale all’Urbanistica Pierfrancesco Maran – ha approvato una delibera che "consente la cessione del diritto di superficie per 90 anni del terreno in via Fabio Massimo. Abbiamo fatto dei bandi per assegnare l’area, ma si sono sempre scontrati con usi brevi nel tempo. Mentre invece quell’area può diventare un perno di riqualificazione dell’area di Porto di Mare. Ma abbiamo bisogno che ospiti una funzione che non sia “mordi-e-fuggi’’ ma che abbia il tempo per essere consolidata. Vogliamo provare a lavorare in una logica temporale più lunga".

La delibera ora dovrà essere approvata dal Consiglio comunale e, dopo il “sì’’ dell’aula, la Giunta lancerà un bando per cedere il diritto di superficie per 90 anni, per far sì che l’area possa contribuire allo sviluppo della Grande funzione urbana prevista nel Pgt per Porto di Mare.

M.Min.