Massimilano Mingoia
Cronaca

Ex casello in XXIV Maggio: Enel in pole, via al bando

La società energetica propone al Comune di gestire lo spazio per nove anni. Nell’area espositiva le opere di Dario Tironi. La Giunta: via alla gara pubblica

L’ex casello daziario in piazza XXIV Maggio

L’ex casello daziario in piazza XXIV Maggio

Milano – Enel in pole position per la gestione dell’ex casello daziario di piazza XXIV Maggio. La società energetica ha presentato al Comune una proposta che prevede una destinazione d’uso ufficio/espositivo commerciale degli spazi dell’ex casello ovest di fianco a Porta Ticinese, un immobile che fino a un anno fa era in concessione all’associazione Milano Altri Talenti. I

l contratto è scaduto il 31 marzo del 2022 e da allora Palazzo Marino cerca un nuovo concessionario. Nel maggio 2022 si è fatta avanti Enel Italia Spa, che ha proposto, a corredo del progetto di riqualificazione e di uso a destinazione commerciale, un percorso comunicativo ed espositivo con otto opere dell’artista Dario Tironi, create con oggetti raccolti in disuso, che accompagnano la cittadinanza verso la città sostenibile del futuro, rimarcando il concetto di elettrificazione dei consumi attraverso l’illuminazione del percorso. Non solo. Enel è pronta anche a pagare gli interventi di riqualificazione dell’immobile, lavori che ammontano a 227.550 euro, oltre a una spesa di 50mila per dotare i 348 metri quadrati nell’ex casello di nuovi arredi. La durata proposta dalla società energetica per la concessione dell’immobile comunale è di nove anni e il canone complessivo ammonterebbe complessivamente a 436.373,43 euro: da non corrispondere nei primi tre mesi di contratto, quale periodo necessario per l’esecuzione dei lavori proposti e finalizzati a consentire l’uso dell’immobile; di 37.403,43 euro dal quarto al dodicesimo mese; di 49.871,25 euro per ogni anno successivo al dodicesimo mese.

Il Comune ha valutato positivamente la proposta di Enel, ma con una delibera datata 5 aprile ha deciso di mettere nero su bianco le linee di indirizzo per avviare una procedura ad evidenza pubblica, in modo tale che, partendo dal progetto proposto da Enel, eventuali altri interessati a ottenere la concessione dell’ex casello possano farsi avanti. La gara per garantire trasparenza e concorrenza partirà a breve. Enel resta in pole per l’assegnazione finale.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro