"Emergenza casa? Ecco le nostre proposte"

La Fondazione Martinelli di Cinisello Balsamo si impegna a garantire alloggi a canoni sostenibili, aiutando chi è in difficoltà e collaborando con la comunità. Chiede risorse pubbliche per incrementare il patrimonio e rifinanziare gli aiuti all'affitto.

"Emergenza casa? Ecco le nostre proposte"

"Emergenza casa? Ecco le nostre proposte"

La Fondazione Martinelli è conosciuta per l’omonima casa di riposo, ma dispone anche di 400 alloggi concessi in locazione. Nel futuro, l’obiettivo della società è aumentarne il numero, così da dare risposte a chi ancora non riesce a sopportare i canoni del libero mercato. "Parliamo di un patrimonio notevole, che deve sempre mantenere l’equilibrio tra affitti sostenibili per gli inquilini e profitto per la Rsa - spiega Paolo Bonalumi dei Servizi immobiliari Martinelli -. In questi anni abbiamo messo in pista delle buone pratiche". L’obiettivo è quello di non far "scivolare" l’inquilino o la famiglia che sta attraversando un momento di fragilità. "Ci sono nuclei che hanno usufruito dei contributi per la morosità incolpevole e per la restante parte del debito ce ne siamo fatti carico noi. Cerchiamo di favorire accordi extragiudiziali, preceduti da una fase di ascolto anche con i servizi sociali comunali, elaborando piani rientro molto lunghi. Questo per non caricare gli inquilini pure delle spese legali ed evitare situazioni traumatiche".

Ci sono poi consigli pratici. "Magari suggeriamo di rinunciare prima al box. Insomma, svolgiamo quasi una funzione di segreteria sociale". La Fondazione ha avviato anche una collaborazione con la comunità ortodossa ucraina. Per il futuro imminente è necessario, dice Bonalumi, che vengano messe in campo risorse pubbliche e si rifinanzino i sostegni all’affitto, che sono stati risolutivi nella fase Covid e post Covid. "Per incrementare il patrimonio credo che ci possano essere possibilità con il nuovo Pgt, prevedendo strumenti per riavviare la costruzione di case da dedicare all’affitto. Noi faremo le nostre osservazioni su questo proposito: è vero che ci sarebbe consumo suolo, ma potremmo realizzare canoni concordati col Comune". La Fondazione mette a disposizione aree di sua pertinenza. "Noi potremmo recuperare una parte oggi di uffici: nonostante la regressione urbanistica, ci vengono chiesti oneri come se fosse una ristrutturazione. Noi vorremmo recuperare 4 alloggi: non sono molti ma nella drammaticità della mancanza di case sarebbe una risposta". La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro