E l’albero di Natale?. Tornato in Piemonte

Corsico, nel vivaio dove è stato cresciuto per 20 anni .

L’albero di Natale allestito in piazza Fontana dell’Incontro per le festività torna nel vivaio in Piemonte da dove proviene. Si chiama “Abies Nordmanniana”, è nato e cresciuto sulle colline piemontesi, curato dai vivaisti per consentirgli una crescita uniforme e sana. Il grande albero, oltre sei metri di altezza, è stato piantato nel vivaio Zenone quando aveva due anni e cresciuto per circa 20 anni prima di essere invasato. Sono poi necessari sei mesi affinché la pianta si abitui alla nuova casa. I vivaisti lo hanno riportato in Piemonte, dove sarà curato per tutto l’anno con tecnologie ecosostenibili e rispettose dell’ambiente. Si tratta di alberi resistenti e con caratteristiche morfologiche e botaniche che li rendono adatti a essere utilizzati come alberi di Natale nelle città. Crescono più lentamente rispetto ad altre specie e per la loro cura vengono utilizzati pannelli solari, sonde intelligenti e irrigazione con tecnologie innovative. L’anno prossimo, l’Abies tornerà a vestirsi a festa per la nuova edizione della rassegna Incanto di Natale.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro