Dopo la pandemia impazza la voglia di nozze

Dopo la pandemia impazza la voglia di nozze

Dopo la pandemia impazza la voglia di nozze

Su il sipario per la stagione dei matrimoni, pandemia messa in archivio per la wedding planner Emanuela Caglio (nella foto) che ritorna a gestire cifre importanti di eventi matrimoniali: "Il 2022 è stato l’anno di recupero per il nostro settore, dopo l’emergenza sanitaria, con un incremento dei matrimoni del 4,8% tra 2021-2022 rispetto al periodo pre-Covid. Numeri importanti che riguardano non solo il territorio locale della Martesana ma anche quello nazionale in cui noi della Tulipa wedding&events Planner siamo operativi". Per il giorno importante del fatidico “sì” non si bada a spese. "Per un matrimonio con cento invitati - spiega la wedding planner - si può arrivare a spendere fino a 50mila euro. Il 50% della cifra generalmente è assorbita dal costo della location e del catering. A noi viene chiesta molta attenzione ai particolari di ciò che si deve organizzare oltre a storiche location di rilievo".

Un settore dunque che non conosce crisi e nello stesso tempo promuove anche il turismo. "Sposarsi in Italia diventa sempre più di tendenza - conclude Emanuela Caglio - sono tanti i matrimoni da noi organizzati per coppie straniere che arrivano in Italia, con tutto il seguito degli invitati, soltanto per la cerimonia per poi fare poi ritorno alla loro città d’origine". Matrimoni in aumento dunque secondo la wedding planner cassanese con scelte di cerimonie sempre di più in ambito civili a discapito di quelle religiose che registrano un notevole calo. Nello specifico i dati riportati riguardano il Comune di Cassano d’Adda ma non va meglio in altre città della Martesana. Le cifre fornite dalla parrocchia cassanese San Zeno, diocesi di Cremona, ci dicono che nel 2021 sono state otto le coppie che hanno scelto di sposarsi in chiesa, salgono poi a nove nel 2022 mentre se ne registra uno dal gennaio al marzo del 2023. Non migliora la situazione nella parrocchia San Bartolomeo della frazione cassanese di Groppello, diocesi di Milano, dove tra il 2021 e il 2022 sono stati registrati quindici cerimonie matrimoniali. Numeri più elevati, invece, quelli dei matrimoni in Comune, in cui emerge l’aumento delle coppie straniere e di quelle miste. Nel 2021 nel Comune di Cassano si sono registrati 52 matrimoni civili di cui 39 tra italiani, 5 tra stranieri e 8 misti. Cifre che salgono poi nel 2022 con 66 unioni: 50 italiani, 9 stranieri e 7 misti mentre nei primi tre mesi del 2023, sono nove i matrimoni registrati: fra cui quattro coppie italiane, due quelle straniere e tre miste.

Stefano Dati