Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 mag 2022

Distretti sanitari: ecco i primi passi

21 mag 2022

A passi lenti, tra conferme di localizzazioni e qualche cambio è successo per Lainate dove la casa di comunità sorgerà su un terreno di proprietà comunale in viale Circonvallazione (vicino alla Rsa) e non in via Juan Manuel Fangio come indicato dalla prima delibera regionale. La nuova organizzazione del servizio sociosanitario regionale che prevede la realizzazione di case di comunità, ospedali di comunità e Centrali operative territoriali, dopo l’individuazione di immobili e terreni, lo scorso dicembre, in questi mesi ha impegnato Comuni, Asst Rhodense che ha informato sull’iter procedurale da seguire per rispettare le tempistiche dettate da Regione Lombardia e ministero per accedere ai fondi del Pnrr. "Come è noto è stato identificato l’immobile di via Da Vinci per la casa di comunità, lo scorso 12 aprile sono state riconsegnate le chiavi della struttura al Comune da parte della Cooperativa La Volontà, così facendo l’Amministrazione è tornata in pieno possesso della proprietà - spiega il sindaco senaghese, Magda Beretta (nella foto) -. Per la riqualificazione dell’immobile e il suo ampliamento sono stati previsti un importo di 4,2 milioni di euro. La superficie attuale di 500 metri quadrati non è adeguata, sarà necessario ampliare l’immobile". A Rho dopo l’inaugurazione dell’ospedale di comunità all’interno del presidio di Passirana avvenuta a marzo si attende l’avvio dei lavori anche per la casa di comunità nello stesso edificio. A Bollate sorgerà all’interno del Pot di via Piave, mentre per Garbagnate individuata l’attuale Rsa Pertini di via per Cesate è l’Asst Rhodense che si sta occupando dell’iter. "Noi attendiamo la conferma da parte di Agenas (Agenzia nazionale dei servizi sanitari) sulla localizzazione individuata, cioè l’ex mobilificio confiscato alla mafia di via Vanzago, solo dopo il via libera potremo portare in consiglio comunale la delibera per il diritto di superficie - spiega il sindaco di Cornaredo, Yuri Santagostino -. La nostra dovrà aprire entro il 2024". A Pero la struttura sarà realizzata ex novo in via Giovanna D’Arco, nella frazione di Cerchiate, mentre Settimo Milanese riorganizzerà e amplierà gli spazi di via Libertà 33.

Roberta Rampini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?