Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Dilaga la piaga delle truffe “romantiche”

ruben
Cronaca

Ruben

Razzante*

Le chiamano truffe romantiche. In molti si chiederanno di cosa si tratti. Questi raggiri nascono dall’uso di alcune piattaforme o applicazioni di dating on-line, come Tinder e Bumble e Hinge, che mettono in contatto virtuale la vittima con il truffatore. Dopo i primi approcci, durante i quali il malintenzionato finge un interesse romantico per conquistare la fiducia e il coinvolgimento emotivo della vittima, in genere la conversazione viene spostata su altre piattaforme di messaggistica, come WhatsApp, dove è garantita una maggiore privacy agli utenti ed è quindi più facile per il truffatore mantenere l’anonimato. Una volta ottenuta la fiducia della vittima, in alcuni casi instaurando una falsa relazione sentimentale, il truffatore spinge la vittima a fare finti investimenti di denaro on-line o a dare dati personali o bancari su siti web inesistenti. Quando le vittime si accorgono di non poter più prelevare quanto versato, a quel punto scompaiono tutti gli operatori della truffa, dal servizio clienti al finto innamorato, al sito stesso. Con la pandemia questo fenomeno è aumentato notevolmente e ha trasformato le criptovalute in innovativo strumento per i criminali che cercano di sottrarre alle vittime i loro risparmi. Crescita del 118% in un anno e 4,5 milioni di euro: sono i numeri usati recentemente dalla Polizia Postale per descrivere il fenomeno delle truffe romantiche on-line nel 2021. Secondo dati relativi al mercato americano della Federal Trade Commission, le truffe romantiche in Rete hanno generato perdite per le vittime che ammontano a un totale di 304 milioni di dollari nel 2020, con indici in rialzo dal 2015. In un altro report, l’ufficio del Federal Bureau of Investigation dell’Oregon ha comunicato che le truffe di cripto-incontri stavano aumentando in maniera così esponenziale da poter essere ricomprese tra le principali categorie del crimine informatico.

* Docente

Diritto dell’informazione Università Cattolica Milano

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?