Diabolik e il segreto di Cadorna, il re del terrore sbarca a Milano con mostra e albo speciale

Milano, doppia iniziativa per celebrare la nascita del mito creato dalle sorelle Giussani nel 1962. Quando apre la mostra e fino a quando saranno distribuiti gli albi, tutto quello che c’è da sapere

L'albo speciale che sarà distribuito a Cadorna

L'albo speciale che sarà distribuito a Cadorna

Un albo speciale e l'apertura di uno spazio in stazione Cadorna, a Milano, con la mostra per celebrare la nascita del mito di Diabolik. Dal 25 marzo sarà distribuito l’albo la storia ''Diabolik e il segreto di Cadorna'', nato da un'idea di Gianni Bono, e scritto da Mario Gomboli, storico soggettista di Diabolik, oggi direttore editoriale della Casa Editrice Astorina. Le illustrazioni sono di Riccardo Nunziati, disegnatore molto apprezzato dai fan del Re del Terrore. Fino al 24 aprile si potrà ritirare una copia gratuita dell'albo speciale, disponibile (fino ad esaurimento), e ammirare oggetti, immagini e approfondimenti sulla storia di Diabolik.

La storia

Affascinato da una leggenda legata alla stazione Cadorna, Diabolik va in cerca di un misterioso tesoro. Quando lo troverà, scoprirà un inedito dettaglio del suo passato… "Quando mi è stato chiesto di inventare una storia ambientata nella stazione Cadorna – dice Mario Gomboli, direttore editoriale di Astorina – mi sono chiesto come portare Diabolik in mezzo a treni e pendolari. Treni e pendolari che, si narra, tanti anni fa avevano attirato l'attenzione di Angela Giussani. Quindi il Re del Terrore ha un debito d'onore verso quei binari: ecco la chiave della narrazione".

Il retroscena

La nascita di Diabolik nel 1962 è infatti strettamente legata alla storia delle Ferrovie Nord e in particolare alla stazione di Milano Cadorna. Proprio osservando i pendolari che salivano e scendevano dai treni, l'editrice Angela Giussani ebbe l'idea di creare un fumetto tascabile per adulti di lettura facile e agevole e che potesse essere goduto in un tempo pari a quello necessario per arrivare al centro di Milano, partendo dalle città e dai paesi lombardi serviti dalle linee delle Ferrovie Nord. A sottolineare ancora di più questo legame c'è anche un dettaglio logistico. La Casa Editrice Astorina aveva sede in via Leopardi 25, letteralmente a due passi dalla stazione di Cadorna che, con il suo fiume di gente in ingresso e in uscita, fu appunto ispirazione per la nascita di un mito che resiste a distanza di 62 anni.

La mostra

Per accedere agli spazi dedicati all’iniziativa è richiesta la prenotazione al link: https://tinyurl.com/83mkre4f. La mostra e la distribuzione del fascicolo avranno gli stessi orari: dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 19 nella galleria a cui si accede sulla destra prima dei tornelli, entrando in stazione da piazzale Cadorna. Un'esposizione di statue che rappresentano i personaggi e le figure più importanti di Diabolik sarà collocata al centro dell'atrio. Alcuni contenuti aggiuntivi e di approfondimento (testi, immagini, interviste video) sono disponibili sulla piattaforma on line a cui si accede da smartphone e tablet tramite un QR code stampato sulla seconda di copertina del fumetto. Questo il link di accesso alla piattaforma: https://www.globalmedia.mobi/cadorna/dk.php.  Dopo il 24 aprile, il fumetto e i materiali di approfondimento entreranno a far parte a pieno titolo del patrimonio culturale di FerrovieNord trovando spazio in una sezione apposita del Museo Virtuale: https://museo.ferrovienord.it/it/ 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro