RAFFAELLA PARISI
Cronaca

Conservatorio, ovazione per il concerto benefico dell'orchestra ritmico-sinfonica

Esibizione in favore della Fondazione Italiana per la ricerca sull’Artrite per sostenere la ricerca scientifica nel campo della diagnosi e della cura delle malattie reumatologiche

Grande successo per il concerto dell'Orchestra ritmico-sinfonica al Conservatorio

Grande successo per il concerto dell'Orchestra ritmico-sinfonica al Conservatorio

Milano - Ovazione per in concerto di Natale al Conservatorio cittadino a sostegno di Fira Onlus. Grande coinvolgimento del pubblico che ha acclamato un doppio bis. Il programma dell'orchestra ritmico sinfonica diretta dal maestro Alberto Mandarini ha spaziato da Louis Enriquez Bacalov a Domenico Modugno, da Micheal Jackson a Paolo Conte e brani degli anni ottanta (Earth Wind And Fire, Kim Carnes, Barbra Streisand, Kool & The Gang, Chicago, Aretha Franklin, Tot, Whitney Houston, Yes, Queen). A conclusione il tradizionale Stille Nacht e Oh Happy day.

Questa la composizione dell'orchestra ritmico-sinfonica che da ha compiuto un anno di vita, violini, viole, violoncelli, contrabbassi, flauti, oboi, clarinetti, saxofono, fagotti, corni, trombe, flicorno, eufoni, tromboni, basso tuba, percussioni, nella sezione ritmica chitarra elettrica, basso elettrico/contrabbasso, pianoforte e batteria, le voci: soprano, mezzosoprano, contralto. Il concerto è in favore della Fondazione Italiana per la ricerca sull’Artrite (FIRA) per sostenere la ricerca scientifica indipendente nel campo della diagnosi e della cura delle malattie reumatologiche come l’artrite reumatoide, ma anche le altre malattie autoimmuni, le connettiviti e tutte le altre patologie reumatologiche. 

Dal 2022 è stato aperto il centro ricerche FIRA dedicato alla ricerca scientifica in ambito reumatologico alla Fondazione Pisana per la Scienza (Pisa). L’obiettivo è costituire un centro nazionale di supporto alla ricerca dove le strumentazioni a disposizione dei ricercatori italiani siano tali da consentire le ricerche più avanzate. Le malattie reumatologiche sono patologie croniche che hanno pesanti riflessi sulla qualità di vita dei malati. 

In Italia si stimano più di 15 milioni i pazienti affetti da malattie reumatologiche che rappresentano la prima causa di disabilità e riguardano oltre 150 differenti malattie. Negli ultimi anni la ricerca scientifica ha consentito enormi progressi nell’identificazione delle cause delle principali malattie reumatologiche con ricadute cliniche determinanti e nuovi presidi terapeutici che hanno contribuito a migliorare la vita dei pazienti, ma molti meccanismi restano ancora da scoprire. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro