Quotidiano Nazionale logo
22 mar 2022

Concorso per dirigenti dei ghisa: scatta l’esposto a Procura e Anac

Bando per due posti a tempo indeterminato, via alla segnalazione da tre dei sei candidati esclusi all’orale "Voti stranamente bassi". Promossi due funzionari interni e la comandante di un Comune dell’hinterland

nicola palma
Cronaca
Il presidente dell’Anac Autorità nazionale anticorruzione Giuseppe Busia
Il presidente dell’Anac Autorità nazionale anticorruzione Giuseppe Busia
Il presidente dell’Anac Autorità nazionale anticorruzione Giuseppe Busia

di Nicola Palma

La segnalazione è stata inviata giovedì scorso alla Procura, alla Prefettura, all’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) e al Dipartimento della Funzione pubblica. Oggetto dell’esposto: "Presunte irregolarità". Nel mirino l’esito del concorso pubblico per titoli ed esami, bandito dal Comune il 9 giugno 2021, per assumere a tempo indeterminato due dirigenti della polizia locale. A contestare il risultato finale, che ha visto come vincitori a febbraio due funzionari interni dell’amministrazione e la comandante dei vigili di un Comune dell’hinterland, sono tre dei sei candidati che non hanno superato l’orale, tutti esterni e attualmente in servizio in altre Regioni (Campania, Marche e Veneto).

Secondo gli esclusi, in primo luogo, gli idonei sono passati pur avendo meno anni di servizio rispetto ai concorrenti e voti più bassi sui titoli e nonostante fossero al primo concorso del genere in carriera. Entrando nel dettaglio, due dei tre firmatari dell’esposto sostengono di essere stati i "migliori" nei rispettivi gruppi sia nel test sul "quesito aziendale" sia al capitolo "imprevisto", entrambi parte integrante della prova di assessment (la metodologia di selezione delle risorse umane che valuta capacità e attitudini delle persone nel lavoro di squadra). Di più: i candidati assicurano di aver ricevuto durante il colloquio finale "solo riscontri positivi" da parte degli esaminatori selezionati da Elan srl (la società cui è stato affidato il servizio di progettazione, realizzazione e correzione delle prove), membri aggiunti di una commissione presieduta dal numero uno di piazza Beccaria Marco Ciacci e completata dal comandante dei vigili di Verona Luigi Altamura e dalla professoressa Silvia Rota, docente della School of Management della Bocconi. Nella segnalazione si parla espressamente di "voti stranamente bassi" e si pone l’attenzione sull’individuazione della commissione – che sarebbe stata "disposta direttamente dal dirigente del settore senza procedere ad avviso di selezioneindividuazione" – e di Elan srl. E poi, aggiungono gli autori della segnalazione, ci sarebbe pure un’altra "stranezza": i voti relativi ai titoli sarebbero stati "pubblicati in originale in una bacheca" la mattina del 10 febbraio, "per poi “sparire” nel corso della mattina a seguito delle rimostranze" di uno dei candidati (promosso all’orale) e "ricomparire nel pomeriggio, del tutto alterati e ancora non congrui".

Infine, "appare utile evidenziare che la non idoneità dei candidati esclusi è emersa a seguito della valutazione della società Elan e non dai voti attribuiti dalla commissione esaminatrice", con affidamento, quindi, di una "selezione pubblica" a "soggetti esterni all’amministrazione comunale e dipendenti di una società privata".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?