Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
18 mag 2022
massimiliano mingoia
Cronaca
18 mag 2022

Comune Milano, bilancio 2022 approvato grazie ai 145 milioni di euro

L’esecutivo accelera e vota sì, domani la prima commissione: in programma 12 sedute prima del dibattito in Consiglio 

18 mag 2022
massimiliano mingoia
Cronaca
Il sindaco Giuseppe Sala durante un discorso nella Sala Alessi di Palazzo Marino
Il sindaco Giuseppe Sala durante un discorso nella Sala Alessi di Palazzo Marino
Il sindaco Giuseppe Sala durante un discorso nella Sala Alessi di Palazzo Marino
Il sindaco Giuseppe Sala durante un discorso nella Sala Alessi di Palazzo Marino

Semaforo verde dopo l’allarme rosso sui conti comunali. Il Dl Aiuti è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ieri mattina e così i 145 milioni di euro di avanzo di bilancio 2021 del Comune sono stati definitivamente sbloccati e sono stati subito inseriti nel bilancio preventivo 2022. La Giunta di Palazzo Marino ha deciso di approvare la manovra 2022 già ieri mattina – il sindaco Giuseppe Sala era assente perché in missione a New York per un forum sull’immigrazione – e di fissare la prima commissione sulla manovra economica domani alla presenza dell’assessore al Bilancio Emmanuel Conte. L’accelerazione è dovuta al fatto che la delibera ora dovrà passare al vaglio di tutte, o quasi, le commissioni consiliari (una dozzina le sedute in vista) e, subito dopo, approdare in Consiglio comunale. L’approvazione nell’assemblea di Palazzo Marino dovrà avvenire entro e non oltre il 31 maggio. Una corsa contro il tempo. Ma una corsa che dovrebbe concludersi con una notizia positiva per Milano: niente tagli al welfare.

Le premesse non erano delle migliori. Lo scorso 11 aprile, il sindaco Giuseppe Sala in Consiglio comunale aveva lanciato l’allarme rosso sui conti comunali, segnalando un buco di 200 milioni di euro provocato dai mancati introiti dovuti alla crisi Covid e paventando "tagli inaccettabili" – a suo modo di vedere – alla spesa sociale comunale. In quell’occasione il primo cittadino aveva usato toni duri nei confronti del Governo Draghi, sordo, almeno fino a quel momento, alla richiesta di Palazzo Marino: consentire al Comune di utilizzare l’avanzo di bilancio 2021 – per Milano 145 milioni di euro – per far quadrare i conti del bilancio preventivo 2022. Da quell’11 aprile, però, il dialogo tra Comune e Governo si è intensificato, con immediati messaggini sui telefonini tra Sala e il premier Mario Draghi e un incontro fissato a Roma lo scorso 22 aprile: in quell’occasione il ministro dell’Economia Daniele Franco ha assicurato a Sala e all’assessore al Bilancio Conte che i 145 milioni di euro di avanzo di bilancio 2021 sarebbero stati sbloccati tramite un apposito decreto inserito nel Dl Aiuti. Una promessa che si è poi concretizzata lo scorso 2 maggio.

L’assessorato al Bilancio, intanto, ha lavorato per arrivare a un pareggio dei conti. Sì, perché i 145 milioni di euro non colmavano interamente il buco di 200 milioni e così Conte e i suoi tecnici hanno dovuto procedere con operazioni di efficientamento della macchina comunale e limature delle spese superflue. Un lavoro che ha registrato il suo primo passaggio formale ieri mattina con l’approvazione in Giunta del bilancio preventivo 2022. I numeri esatti della manovra saranno illustrati dall’assessore oggi durante la prima commissione sul bilancio. La prima tappa di un confronto con i consiglieri di maggioranza e opposizione che si protrarrà fino al sì alla delibera in Consiglio comunale. Entro il 31 maggio.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?