MARIANNA VAZZANA
Cronaca

Milano, risse e mancate autorizzazioni: chiuso il locale ‘Elite club’ di Affori

I carabinieri hanno notificato al legale rappresentante, un ventenne peruviano, l’ordine di cessazione dell’attività non autorizzata firmato dal questore

Controllo dei carabinieri (foto di repertorio)

Controllo dei carabinieri (foto di repertorio)

Milano – Nel pomeriggio di mercoledì 7 febbraio, i carabinieri della stazione Milano Affori, hanno notificato l’ordine di cessazione dell’attività non autorizzata, emesso dal questore Giuseppe Petronzi, nei confronti dell’associazione culturale ricreativa ‘’Elite club’, con sede a Milano in via Cialdini 37.

Il provvedimento, notificato dai militari al legale rappresentante, un ventenne peruviano, scaturisce dall’attività istruttoria svolta dalla stazione carabinieri Affori a seguito di diversi interventi effettuati, a partire dal 1 gennaio 2024, in occasione di episodi violenti avvenuti all’interno ed all’esterno del locale.

L’attività di controllo è stata integrata con ispezioni condotte in sinergia con la Polizia locale annonaria e commercio, che hanno consentito di accertare l’assenza di apposita licenza per l’apertura di luogo di pubblico spettacolo o intrattenimento nonché di constatare diverse violazioni in materia di somministrazione di alimenti e bevande alcoliche e di prevenzione antincendio.