NICOLA PALMA
Cronaca

Chi sono i vigili che hanno preso a manganellate la donna a Milano: carriera ed encomi

La biografia di due dei quattro agenti: sono nella polizia locale da molti anni, hanno sventato due suicidi e uno è un istruttore

Manganellate a una donna (Frame video)

Manganellate a una donna (Frame video)

Uno è entrato a far parte del Corpo dei ghisa nel 1999, l'altro nel 2008. Da dodici anni, sono in pattuglia insieme, in servizio per uno dei nove Comandi decentrati della polizia locale: le loro aree di competenza vanno da quella di Loreto-Centrale a quella di Dergano-Maciachini.

Sono due dei quattro agenti ripresi nel video di via Sarfatti (in particolare, quello che usa lo spray urticante e quello che colpisce la trans brasiliana con diverse manganellate), che da oggi sono stati assegnati ai servizi interni, come i due colleghi più giovani intervenuti in ausilio; o meglio, uno dei due è ancora in infortunio, perché il calcio sferrato dalla quarantaduenne A.M., poi denunciato per resistenza, gli ha provocato una contusione giudicata guaribile in tre giorni.

La carriera

Stando a quanto risulta al Giorno, si tratta di due agenti che nel corso della loro carriera hanno ricevuto diversi encomi per il lavoro svolto sul campo: in due casi, sono stati premiati per aver sventato altrettanti suicidi (in uno stabile di corso Garibaldi e sul ponte di via Farini), mentre in una terza occasione è stata premiata la loro azione a difesa di un collega colpito da una bastonata in testa in viale Tunisia da un uomo poi arrestato. Uno dei due è anche un istruttore tecnico operativo, come ha fatto sapere oggi il segretario del sindacato Sulpl Daniele Vincini.