Capodanno a Milano
Capodanno a Milano

Milano, 31 dicembre 2018 - I l conto alla rovescia è partito. I contapersone si sono fermati a quota 19.990: a tanto ammonta la capienza massima di piazza Duomo stabilita dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza per il concertone di fine anno di stasera. Come previsto dalle direttive in materia di safety e security, l’accesso all’area è avvenuto attraverso nove varchi, presidiati dalle forze dell’ordine con metal detector e dagli steward ingaggiati dall’organizzazione: si poteva  entrare da piazzetta ex Reale (due varchi), via Marconi, via Mazzini, via Torino, via Orefici, via Mercanti, via Mengoni, Galleria Vittorio Emanuele e corso Vittorio Emanuele angolo via San Raffaele. In totale, il dispositivo di sicurezza predisposto per l’occasione dalla Questura può contare su più di 250 uomini tra poliziotti, carabinieri, finanzieri e agenti della penitenziaria. Ci sono  anche gli agenti della polizia locale, seppur in numero sensibilmente ridotto rispetto agli anni scorsi per via dello stop agli straordinari (solo 12 risulterebbero i ghisa in servizio fuori turno); diverse attività sono state ridotte all’osso (da Linate a corso Buenos Aires) per concentrare tutte le forze nella zona del concertone.

È vietato introdurre nell’area del concertone bottiglie in vetro, lattine, petardi, fuochi pirotecnici e spray urticante. La zona del sagrato del Duomo sarà riservata a persone con disabilità e ai loro familiari con accesso consigliato dal varco di piazza Fontana.

Sul palco di piazza Duomo Francesco Gabbani il grande protagonista, preceduto dall’esibizione dei Bluebeaters: l’artista divenuto celebre con la hit «Occidentali’s Karma» ripercorre  due anni di successi musicali, accompagnando il pubblico fino al countdown di mezzanotte. E ancora, le incursioni di Dario Vergassola e lo speaker di RDS Paolo Piva ad animare la serata: a iniziare i festeggiamenti il dj set Discoradio Party con Edo Munari, Matteo Epis e Walter Piz-zulli. Un Capodanno social, ovviamente: tutti gli spettatori in piazza sono invitati a partecipare all'evento con l'iniziativa RaccontaMI2019, condividendo sul proprio profilo Instagram scatti, video e pensieri dedicati alla città di Milano utilizzando gli hashtag #raccontaMI2019 #CapodannoMilano2019.

Il concerto si chiuderà quindici minuti dopo la mezzanotte, così da consentire ai partecipanti di utilizzare il trasporto pubblico per gli spostamenti. Il servizio delle linee metropolitane M1, M2, M3 e M5 sarà prolungato (solo sulle tratte urbane: fino a Molino Dorino sulla M1 e tra Cascina Gobba e Abbiategrasso sulla M2) con gli ultimi passaggi in centro attorno alle 2 di notte; le linee sostitutive notturne (NM1-NM2-NM3) inizieranno il servizio intorno all’1.30. Dalle 17 saranno chiusi gli accessi alla fermata Duomo sia per M1 sia per M3; è consigliabile dunque l’utilizzo delle fermate più vicine, Cordusio e San Babila per la M1 e Missori e Montenapoleone per la M3.