Milano capitale di Tinder: prima città in Italia per incontri “Passport”, ma innamorarsi non è una priorità

Il report annuale della app di incontri conferma per il secondo anno al primo posto il capoluogo lombardo. Ecco il trend più gettonato nel 2023

Tinder è un'app di incontri nata 11 anni fa negli Stati Uniti

Tinder è un'app di incontri nata 11 anni fa negli Stati Uniti

Un tempo, nell’ormai lontano 1974, Memo Remigi cantava “Sapessi com’è strano / Darsi appuntamenti / A Milano”. Quasi 50 anni dopo, il cantautore milanese forse dovrebbe aggiungere darsi appuntamenti a Milano “con Tinder”, la app di incontri nata 11 anni fa negli Stati Uniti. Sì, perché il capoluogo lombardo, nel 2023, si conferma per il secondo anno consecutivo la destinazione preferita dagli utenti italiani che usano la funzione Passport e la città italiana più visitata dagli utilizzatori complessivi di Tinder.

Cos’è Passport? La funzione sulla App permette di mettere “mi piace” a persone lontane dalla nostra zona geografica (praticamente in tutto il mondo), semplicemente ricercando il nome di una città oppure inserendo una puntina sulla mappa.

Non abbiamo scelto a caso quel verso del celebre brano di Remigi invece che il verso più noto “Sapessi com’è strano / Sentirsi innamorati / A Milano“. Con Tinder, infatti, ormai i ragazzi non pensano più a innamorarsi. Nel 2023 – secondo il report “Year in Swipe“ di Tinder – i giovani si sono dimostrati meno preoccupati della direzione che prendono le loro relazioni e più interessati a creare occasioni per vivere nuove esperienze memorabili, abbracciando pienamente la “main character energy”.

In altre parole, gli abituali utilizzatori di Tinder, giovani e giovanissimi in particolare, hanno abbandonato l’idea di dover per forza ottenere un finale alla “...e vissero per sempre felici e contenti” in favore di appuntamenti nei quali fare nuove esperienze e creare ricordi per arricchire il loro bagaglio personale.

"Questo approccio ottimista e spensierato ha spazzato via la pressione di stabilire etichette e la smania di ottenere dei risultati concreti nelle relazioni, lasciando più spazio all’esplorazione di sé attraverso gli appuntamenti", si legge nel report. Il passaggio alla percezione degli appuntamenti come fonte di auto-realizzazione ha dato origine alle principali tendenze dell’anno in materia di dating: essere N.A.T.O e fare “Dating for the Plot”. Il Dating “Not Attached To an Outcome” (N.A.T.O), come suggerisce il nome stesso, si riferisce all’attitudine dei single a essere meno preoccupati dell’esito di una relazione e più interessati a godersi il percorso col quale conoscere qualcuno.

Il Dating “For the Plot” denota che nel 2023 gli incontri sono stati più incentrati sulla storia e meno sulla “meta”. I single sono aperti a incontrare nuove persone per vivere nuove esperienze e storie divertenti da raccontare, piuttosto che adottare un approccio tradizionale orientato verso uno specifico obiettivo.

Se Milano è la città più visitata dagli italiani che usano Tinder per i propri incontri, al secondo posto si piazza Roma, al terzo Firenze e dopo Napoli e Bologna. Quando gli italiani vanno in trasferta all’estero, invece, usano Tinder soprattutto a Barcellona, Londra, New York, Parigi e Stoccolma. La celebrità più amata dagli italiani nel 2023, invece, è Taylor Swift, mentre il film più visto è stato Barbie.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro