Milano, cadavere trovato nelle acque del Naviglio Pavese

Il corpo senza vita si trovava nei pressi della Darsena. Ignote per ora le cause della morte, sulle quali indagheranno i carabinieri

Cadavere nel Naviglio Pavese, sul posto scientifica dei carabinieri
Cadavere nel Naviglio Pavese, sul posto scientifica dei carabinieri

Milano, 15 gennaio 2024 – Allarme, questa mattina verso le 6, a Milano: il corpo senza vita di un uomo è stato recuperato dai vigili del fuoco di Milano nelle acque del Naviglio Pavese, nei pressi della Darsena, dopo che un passante lo aveva notato  e aveva chiamato i vigili del fuoco.

Sul posto sono subito intervenuti Aps di Darwin e personale Saf soccorso acquatico, ma anche gli operatori del 118 che hanno subito constatato che per l’uomo non c’era più nulla da fare.

I carabinieri hanno poi identificato il cadavere: si tratta di Antonio Borzone, un ottantenne residente a Milano, nella zona dei Navigli. Sembra che l'uomo indossasse il pigiama: verosimilmente si è allontanato da casa nel corso della notte.

Una prima ispezione del medico legale non ha riscontrato segni di violenza né ferite sul corpo, ma il pm di turno ha comunque disposto l'autopsia per chiarire le cause del decesso. I militari della stazione di Porta Genova stanno raccogliendo le testimonianze dei familiari dell'ottantenne per ricostruire il contesto all'interno del quale è avvenuta la sparizione dell'anziano.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro