LAURA LANA
Cronaca

Bonifica di terrazza Bottoni bocciata. Ci sono piombo e zinco sopra i livelli

Al Parco Bergamella di Sesto il collaudo avvenuto con Arpa non è andato bene: "Situazione inaspettata".. Per salvare l’iter l’Amministrazione pensa di spacchettare gli interventi e modificare il piano originale.

Bonifica di terrazza Bottoni bocciata. Ci sono piombo e zinco sopra i livelli

Bonifica di terrazza Bottoni bocciata. Ci sono piombo e zinco sopra i livelli

Terrazza Bottoni, tutto ancora da rifare. Almeno per metà dell’area, quasi mezzo ettaro all’interno del Parco Bergamella. Il collaudo avvenuto con Arpa non è andato bene: la caratterizzazione del terreno non è allineata con i valori a norma, la bonifica non è completa e i risultati evidenziano che sono state trovate passività ambientali con sforamenti sui valori di piombo e zinco e altri contaminanti presenti.

Una valutazione che, per gli uffici, è stata "inaspettata" e che ha ora costretto il Comune a riprendere in mano l’intero progetto, che va avanti, tra modifiche e slittamenti da 14 anni. Per salvare almeno una parte della riconversione dello spazio del quartiere di Cascina Gatti, l’Amministrazione ha così avanzato la proposta di spacchettare gli interventi, ipotizzando come possibile soluzione a procedere una variante al piano originale. "L’idea è quella di procedere sulla parte agibile che ha avuto il via libera di Arpa e non attendere così troppo tempo per avviare la riqualificazione. L’altra zona sarà ovviamente interessata dal risanamento e, quando finito, si andrà a chiudere la riconversione", spiega l’assessore all’Urbanistica Antonio Lamiranda.

"Stiamo condividendo tutto l’iter con i residenti, tramite l’associazione Sottocorno". In questo modo si potranno realizzare l’area giochi, le panchine, la pista ciclabile e il raccordo con quella del parco. Verrebbero invece posticipati la messa a dimora dei nuovi filari di alberi, il rifacimento del campo da calcetto, la creazione dell’area fitness e il raddoppio della Terrazza. Il rilevamento delle passività ambientali obbliga in ogni caso il Comune a intraprendere un percorso per la risoluzione della situazione, aprendo una procedura ordinaria che porterà alla bonifica dell’area prima di eseguire qualsiasi altra opera. Per vedere la Terrazza Bottoni completa si allungano ancora, quindi, i tempi di esecuzione. Gli uffici comunali hanno elaborato una stima di massima: un anno per la progettazione, altri 12 mesi per il risanamento dei suoli e un anno per l’assegnazione dei lavori e l’esecuzione, con una data che, senza ulteriori imprevisti e slittamenti, ricadrebbe tra il giugno del 2027 e la primavera del 2028, vale a dire 18 anni dopo l’avvio della prima progettazione per la riqualificazione di quel comparto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro