ROBERTA RAMPINI
Cronaca

Bondardo si candida a sindaca: "Il mio obiettivo è fare di Cesate una comunità attenta e solidale"

Assistente sociale, è sostenuta dalla coalizione di centrosinistra composta da Pd e due liste civiche "Prendersi cura della gente: ce lo chiedono i cittadini e le associazioni che ho incontrato in questi mesi" .

Bondardo si candida a sindaca: "Il mio obiettivo è fare di Cesate una comunità attenta e solidale"

Bondardo si candida a sindaca: "Il mio obiettivo è fare di Cesate una comunità attenta e solidale"

"Il mio primo obiettivo è rendere Cesate una comunità attenta e che “vede” tutte le persone che ne fanno parte, prendendosene cura. È quello che ci chiedono cittadini e associazioni che abbiamo incontrato in questi mesi. Purtroppo questo aspetto è stato trascurato molto negli ultimi cinque anni". Ha le idee chiare Michela Bondardo (nella foto), 63 anni, candidata sindaco della coalizione "Cesate Insieme" per le elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno a Cesate. Composta da Partito Democratico e due liste civiche, "Cesate Libera e solidale" e "Vivere Cesate", la coalizione punta su di lei per riconquistare la poltrona di primo cittadino persa cinque anni fa. Sposata, madre di due figli, lavora come assistente sociale in Comune a Milano occupandosi di tutela minori. Molto conosciuta a Cesate per il suo impegno nel mondo del volontariato, in particolare nel 2008 è stata una delle fondatrici del Gas (Gruppo di acquisto Solidale) "Gastabien" cesatese. La candidata sindaco non ha precedenti politici. "È la prima volta che mi impegno in politica. Ho accettato di candidarmi a sindaco come prosecuzione del mio impegno sociale a favore delle persone, dell’ambiente e dei più fragili - spiega -.

Oggi penso sia arrivato per me il momento di mettere a disposizione della comunità cesatese le competenze che ho maturato e questo con la passione che da sempre mi contraddistingue e la tranquillità che mi viene data dalla squadra composta da persone competenti e con la mia stessa voglia di impegnarsi". In questi mesi la candidata sindaco e la coalizione hanno già fatto banchetti, iniziative pubbliche per ascoltare i cittadini, raccogliere le loro idee e richieste. Critica nei confronti del nuovo Piano di Governo del territorio approvato dal consiglio comunale, la Bondardo ha una visione molto diversa sullo sviluppo che dovrebbe avere Cesate nei prossimi anni. "Per esempio ci vuole maggiore attenzione al centro storico, anche con il recupero delle vecchie corti. Non siamo d’accordo con l’aumento di consumo di suolo previsto, con la costruzione di un centro commerciale e di circa una settantina di appartamenti - spiega - crediamo che Cesate abbia bisogno di altro come i negozi commerciali di vicinato e piste ciclabili. Ci vuole maggiore cura dell’ambiente".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro