Bolognini, Parolini, De Pasquale tra i candidati ai Cda degli Irccs

La Giunta regionale nominerà i nuovi vertici della sanità il 18 dicembre. Tra le candidature, quelle di ex assessori regionali, consiglieri comunali, sindacati e ordini professionali. Tra questi, Bolognini, Parolini, De Pasquale, Giachetti, Pravettoni, Simini, Iardino e Anastasio.

Bolognini, Parolini, De Pasquale tra i candidati ai Cda degli Irccs
Bolognini, Parolini, De Pasquale tra i candidati ai Cda degli Irccs

La riunione nella quale la Giunta regionale nominerà i nuovi vertici della sanità sarà quella del 18 dicembre, salvo sorprese. Un’altra seduta è comunque in agenda per il 28 del mese. Tra ospedali e IRCCS, le nomine che contano sono 41. E i giochi stanno entrando nel vivo: lo schema per ora concordato tra i partiti del centrodestra prevederebbe di lasciare che Fratelli d’Italia, prima forza di maggioranza, esprima il 50% delle nomine, e Lega, Forza Italia, Lombardia Ideale, la lista del governatore, si spartiscano il restante 50%. Un equilibrio non ancora scolpito nella pietra.

Certe sono, invece, le candidature per i Consigli di amministrazione degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, gli IRCCS. Il riferimento è all’Istituto Neurologico Besta, all’Istituto Nazionale dei Tumori e alla Fondazione Ca’ Granda-Ospedale Maggiore Policlinico, tre strutture sanitarie di Milano, e al Policlinico San Matteo di Pavia. La Giunta regionale, nell’ultima seduta, ha preso atto delle 121 candidature presentate da consiglieri regionali (per la stragrande maggioranza dei casi), sindacati, ordini professionali e associazioni. Diversi i nomi noti per aver già ricoperto incarichi in Regione, nella galassia regionale o in Comune.

In corsa ci sono gli ex assessori regionali Stefano Bolognini (Lega) e Mauro Parolini (Noi Moderati) ma anche l’ex capogruppo di Forza Italia nel Consiglio comunale milanese, Fabrizio De Pasquale. Il primo è stato candidato da Alessandro Corbetta, capogruppo del Carroccio in Consiglio regionale, il secondo da Matteo Forte (ora in FdI dopo trascorsi in Noi Moderati e Forza Italia) mentre De Pasquale è stato candidato da Fabrizio Figini, capogruppo lombardo di Forza Italia. Tutti e tre sono indicati per i consigli d’amministrazione di tutti e quattro gli IRCCS. Marco Giachetti è in lizza per esser confermato alla Fondazione Ca’ Granda, della quale è presidente, o in alternativa per il board dell’Istituto Nazionale dei Tumori o del Besta. Nell’elenco figurano anche Selene Pravettoni, ex consigliera regionale della Lega, Bruno Simini, ex assessore comunale a Milano ed ex presidente di Arpa Lombardia, Maria Rosaria Iardino, ex consigliera comunale a Milano e presidente della Fondazione The Bridge.

Giambattista Anastasio

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro