Bollate, era in prova fuori dal carcere ma continuava a spacciare cocaina nelle case popolari

L’uomo si faceva aiutare da una donna di 48 anni, arrestata in flagranza. Sequestrato un etto e mezzo di droga nel palazzone di via Turato

La droga e il materiale sequestrato dai carabinieri di Bollate

La droga e il materiale sequestrato dai carabinieri di Bollate

Bollate – Era sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento per spaccio di droga, ma continuava nella sua attività illegale facendosi aiutare ad una donna di 48 anni, incensurata. Lui è stato denunciato in stato di libertà, per la donna invece è scattato l'arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

È  successo nelle scorso ore a Bollate. Qui i carabinieri della locale Tenenza nell'ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di stupefacenti all'interno di un palazzone di edilizia popolare di via Turati, hanno eseguito due perquisizioni domiciliari nelle abitazioni dei due.

A casa della donna hanno trovato due panetti di hashish per un peso complessivo di 147 grammi, 12 dosi di cocaina per un peso complessivo di 4.5 grammi, un bilancino di precisione con materiale vario per il confezionamento. La donna nascondeva anche un'agenda con nominativi, numeri di telefono e cifre riconducibili all'attività di spaccio.

A casa dell'uomo sono stati invece rinvenute 5 dosi di cocaina, la somma contante di 4.940 euro in banconote di vario taglio, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi. Tutto il materiale illecito e la somma di denaro sono quindi stati sottoposti a sequestro la donna si trova in camera di sicurezza in attesa di essere giudicata con rito direttissimo.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro