Quotidiano Nazionale logo
17 mar 2022

Blitz dalla finestra, Brera occupato

Alta tensione nel liceo: in 200 passano la notte tra cortile e palestra. La preside: atto di forza senza motivo

federico dedori
Cronaca
Il liceo Brera di via Papa Gregorio XIV
Il liceo Brera di via Papa Gregorio XIV
Il liceo Brera di via Papa Gregorio XIV

di Federico Dedori

Il presidio alle porte della scuola, la finestra aperta per i rinforzi chiusi fuori, l’incursione e poi l’annuncio: "Il liceo Brera è occupato". Nel braccio di ferro tra studenti e dirigenza, i primi hanno avuto la meglio. Negli ultimi tre giorni, il muro contro muro aveva provocato il ferimento del vicepreside e denunce da parte degli studenti su un presunto "sequestro". La dirigente Emilia Ametrano non ci sta: "Il primo gruppo è entrato all’interno della scuola nel tardo pomeriggio di lunedì, quando i collaboratori, già a casa, avevano chiuso i bagni e le aule dell’istituto. Tutti erano liberi di uscire. Con la forza però hanno deciso di compiere questo gesto". La svolta è avvenuta nella mattinata di ieri, quando alcuni studenti, già all’interno della scuola, sono riusciti a far entrare i compagni. In poco tempo la situazione è cambiata, e dopo vari momenti di caos e di dialogo con le forze dell’ordine e la dirigenza è scattata l’occupazione. "Ce l’abbiamo fatta – hanno esultato sui social dal collettivo –. Nonostante tutte le difficoltà, credendo veramente nelle problematiche che portavamo. Il Brera non occupava da 10 anni. È il primo passo per ricostruire la scuola". Per Ametrano, l’atto di forza "non ha nessuna base: abbiamo due psicologhe che oltre allo sportello girano nelle classi; e i nostri percorsi di alternanza sono in collaborazione con Scala, Gallerie d’Italia e Triennale. Nessuno stampa fotocopie. Lo dicono loro stessi: hanno occupato perché lo hanno fatto nelle altre scuole". Gli studenti si sono impossessati del cortile e della palestra e in 200 si sono fermati per la notte: "Chiunque voglia continuare a fare lezione può farlo. Per i prossimi giorni stiamo chiedendo altri spazi in cui poter tenere collettivi – ha sottolineato una studentessa di quarta –. Questa, per noi, è una grande vittoria". Nel frattempo, il video dell’incursione degli studenti è circolato sui social, e diversi utenti si sono schierati contro l’occupazione.

La preside ha passato la serata coi ragazzi: "Dopo aver rotto alcune finestre, mi hanno detto di aver paura per la loro sicurezza: abbiamo messo delle sbarre e chiamato la security. Io ho fatto sempre tutto con la polizia presente. Abbiamo fatto tre accordi, di cui uno anche scritto, ma sono divisi: ognuno voleva fare quello che voleva". Gli studenti dovrebbero smobilitare domani, in contemporanea con quelli del Pasolini; al Berchet resteranno fino a sabato.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?