Biopiattaforma. Dopo 4 anni ecco i risultati

Il Rab (Resident Advisory Board) di Sesto San Giovanni si rinnova per monitorare l'impatto ambientale dell'impianto di via Manin. Candidature aperte fino al 12 gennaio per rappresentanti di associazioni, comitati di quartiere e amministrazioni. Nuova composizione entro fine gennaio.

Biopiattaforma. Dopo 4 anni ecco i risultati
Biopiattaforma. Dopo 4 anni ecco i risultati

L’installazione di nuove centraline per il rilevamento della qualità dell’aria, la collaborazione con l’Istituto superiore di sanità per definire possibili miglioramenti sull’attività di monitoraggio dell’impatto ambientale dell’impianto, la definizione di progetti di compensazione e informazione sull’attività della biopiattaforma. Sono i frutti dei primi quattro anni di lavoro del Rab (Resident advisory board), il comitato che riunisce rappresentanti di ZeroC, Gruppo Cap, i Comuni soci, le associazioni e gli stakeholder per accompagnare e migliorare il progetto dell’impianto di via Manin. Oggi il Rab si rinnova e apre le candidature in vista dell’avvio della fase operativa della biopiattaforma, prevista per il 2024 quando il trattamento dei fanghi entrerà nel vivo. Il Rab, come organismo consultivo, è nato nel 2019, a seguito del percorso partecipativo, con il compito di seguire l’intero iter e di rappresentare un canale di monitoraggio e di scambio di informazioni: attraverso questo comitato la cittadinanza può far sentire il proprio punto di vista in merito all’impianto. In questi anni è stato presieduto da Massimiliano Corraini dell’associazione Sottocorno e ha visto la partecipazione di membri permanenti (rappresentanti delle Amministrazioni, delle aziende e dei due comitati di quartiere, Comitato Cascina Gatti e Associazione Sottocorno) e di membri elettivi, che si rinnovano allo scadere di ogni mandato. La raccolta delle candidature per il nuovo Rab è aperta a tutte le onlus di Sesto, Cologno, Cinisello, Cormano, Segrate, Pioltello, entro il 12 gennaio: la nuova composizione sarà comunicata entro fine gennaio.

La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro