Benzina, i prezzi in impennata raggiungono i massimi di ottobre: a Milano toccati i 2,4 euro al litro

Mediamente il prezzo in modalità self service è di circa 1,91 euro al litro, ma nelle città le quotazioni sono molto più alte. A impattare le tensioni nel mercato del petrolio

Il prezzo della benzina è in salita da alcuni giorni (foto di repertorio)

Il prezzo della benzina è in salita da alcuni giorni (foto di repertorio)

Negli ultimi giorni si è assistito a un nuovo rincaro del prezzo dei carburanti, che ha raggiunto il massimo degli ultimi sei mesi. A livello nazionale, il costo medio della benzina è arrivato a 1,911 euro al litro: non era così alto dal 19 ottobre. A Milano, dove le quotazioni sono generalmente più alte, nella stazione di servizio di via Correggio la benzina ha toccato i 2,390 euro al litro, in quelle di piazza Sei Febbraio e di Porta Vercellina i 2,244 euro e in quella di via Enrico Totti i 2,239 euro.

Tra le cause degli ultimi rincari ci sono le tensioni del mercato del petrolio e l’aumento delle quotazioni internazionali dei prodotti raffinati. Riguardo agli altri carburanti, secondo le quotazioni dell’Osservatorio del Ministero dei Trasporti, il 7 aprile il prezzo medio praticato del diesel in modalità self service era 1,811 euro al litro, mentre il servito a 1,951 euro al litro. Sul servito per la benzina il prezzo medio invece era 2,048 euro al litro, con gli impianti colorati con prezzi tra 1,990 e 2,131 euro al litro. I prezzi medi praticati del Gpl sono tra 0,723 e 0,741 euro al litro. Infine, per il metano auto vanno da 1,308 a 1,414 euro al chilo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro