Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 ago 2022
alberto
Cronaca
3 ago 2022

Bando Milano in 15 minuti: ottima notizia

3 ago 2022
alberto
Cronaca

Alberto

Oliva

Un’ottima notizia sul fronte della progressiva ufficializzazione degli spazi ibridi, le anime nascoste della città. Da pochi giorni è uscito il primo bando culturale dell’assessorato al Commercio. Mi si perdoni l’ossimoro, ma effettivamente è tale e ben venga che lo sia. Per la prima volta in maniera sostanziale e strutturata, alle piccole e medie imprese con finalità commerciale vengono concessi contributi a fondo perduto per attività culturali, sociali, ricreative che li valorizzino come spazi generatori di benessere, punti di riferimento preziosi per la città a 15 minuti. Mi15 è il nuovo bando del Comune di Milano che sostiene gli investimenti a impatto sociale delle imprese, sia profit che non profit, con contributi a fondo perduto fino a 80.000 euro. La Città a 15 minuti è quella in cui ogni cittadino ha la possibilità di avere ciò di cui ha bisogno a breve distanza da casa: una città attenta alla qualità della vita urbana, che avvicina i servizi, ne semplifica l’accesso, riduce le disuguaglianze e migliora la coesione sociale, dando valore ad una nuova dimensione sostenibile di vicinato. L’assessora Cappello si esprime così: "Avere tutto quello che serve a disposizione nel proprio quartiere, a portata di mano, anzi di passeggiata: spazi di aggregazione, luoghi dove far giocare i bambini ma anche negozi dove riparare oggetti, dove fare una spesa sana o attività fisica. È questo lo scopo di uno dei bandi di cui vado più fiera come assessora, perché sognavo di realizzare progetti che avessero un forte impatto sulla città. Oltre 1,3 milioni di euro di contributi a fondo perduto per i progetti di piccolemedie imprese (profit e no profit) mirati a offrire nuovi servizi di qualità nei quartieri di Milano. Mi piacciono questi bandi perché sostengono l’Economia Civile nei quartieri di Milano, sostenendo la "conoscenza" dei bisogni e delle potenzialità". Dalle parole della Cappello sembra che l’intenzione sia veramente quella di aprire le porte del finanziamento pubblico a tutti i negozi, esercizi commerciali e attività private che abbiano una genuina e sincera vocazione a ibridarsi. Speriamo che i vincitori siano genuine e autentiche piccole e medie imprese, e non i soliti noti che fanno finta di essere perfetti anche per questa pioggia di finanziamenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?