Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
25 mag 2022

Azienda mandata via dal cantiere per irregolarità Gli operai salgono sulla gru: vogliamo gli stipendi

Protesta in uno stabile. Il general contractor:. problemi con la società. che ha subappaltato i lavori

25 mag 2022
Gli operai sulla gru per chiedere il pagamento dei loro stipendi arretrati
Gli operai sulla gru per chiedere il pagamento dei loro stipendi arretrati
Gli operai sulla gru per chiedere il pagamento dei loro stipendi arretrati
Gli operai sulla gru per chiedere il pagamento dei loro stipendi arretrati
Gli operai sulla gru per chiedere il pagamento dei loro stipendi arretrati
Gli operai sulla gru per chiedere il pagamento dei loro stipendi arretrati

In dieci sono entrati nel cantiere, hanno scalato un edificio e la gru che gli sta di fianco e ci sono rimasti per diverse ore, fin quando si sono decisi a scendere con la mediazione dei carabinieri. Il blitz degli operai è andato in scena ieri mattina in uno stabile in ristrutturazione di via Betti, in zona Bonola: "Vogliamo gli stipendi arretrati", il motivo scatenante della protesta. Secondo quanto ricostruito in un secondo momento, gli operai sono dipendenti della società Edilizia Il Faraone, ditta subappaltatrice da Engineering Building Company srl (Ebc) dei lavori per il cappotto isolante, mandata via dal general contractor Crt perché sprovvista del Documento unico di regolarità contributiva (Durc) e quindi priva dei requisiti necessari.

"Già ad aprile – hanno fatto sapere da Crt – alcuni dipendenti di “Edilizia Il Faraone srls”, con il legale rappresentante, si erano presentati nel cantiere di via Betti, accedendo illegittimamente e tenendo condotte minatorie e financo attentando alla sicurezza di cantiere, tanto da necessitare l’intervento delle forze dell’ordine". E ancora: Crt ha assicurato di aver già sporto denuncia "nei confronti degli autori per i fatti occorsi, in relazione ai quali è persona offesa"; fatti che, "oltre a costituire reato, rappresentano un grave pericolo per l’incolumità e la sicurezza dei lavoratori ivi presenti".

Il contratto d’appalto con il condominio di via Ugo Betti riguarda opere di riqualificazione energetica con il superbonus 110%. Crt ha affidato parte delle lavorazioni e delle forniture a Engineering Building Company srl (Ebc), che a sua volta ha subappaltato alla ditta Edilizia il Faraone srls "le lavorazioni inerenti la posa del cappotto isolante". Dopo l’allontanamento della Faraone, sono sorte alcune questioni legate alla definizione dei rapporti economici con Ebc: rapporti nei quali Crt, la precisazione del general contractor, è "terza e in alcun modo coinvolta, tanto da non essere mai stata oggetto di richieste di pagamento di alcun tipo né da parte di Edilizia Il Faraone Srls eo di altre società riconducibili al suo legale rappresentante né da parte dei dipendenti che hanno svolto attività lavorativa presso il cantiere".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?