Milano Dopo le polemiche e le palesi elusioni dei divieti di assembramento che hanno visto verificarsi anche un rave, la Darsena chiude. Gli ingressi saranno contingentati e quindi la Darsena da oggi, domenica 28 febbraio, diventa "a numero chiuso". Questa mattina sono state infatti montate le transenne, oltre alla contestuale chiusura degli accessi laterali. Alla Darsena si può accedere quindi esclusivamente da piazza 24 Maggio e si esce da piazzale Cantone. Si stanno nel frattempo analizzando le immagini dei rave per identificare i partecipanti, che saranno sanzionati. Quelli che si sono verificati sabato 27 febbraio sono stati episodi particolarmente spiacevoli, che hanno suscitato anche la protesta di molti residenti: il fiume di persone che si è riversato in Darsena ha evidenziato la mancanza di rispetto delle più elementari norme di comportamento in periodo di pandemia da covid-19.

Forze dell'ordine e tecnici inviati dal Comune, hanno lavorato questa mattina per chiudere la Darsena e preparare tutto per limitare gli accessi in quello che di fatto è l'ultimo pomeriggio in zona gialla per tutta la Lombardia prima dell'ingresso in zona arancione. Un pomeriggio di sole a Milano, durante il quale saranno certamente in tantissimi a riversarsi per le strade tanto per fare shopping quanto per approfittare di qualche ora di relax prima delle nuove restrizioni. Quello del numero chiuso in Darsena è un provvedimento che ha l'obiettivo anche di dare un ammonimento ai cittadini e invitare tutti alla massima prudenza e a rispettare sempre le distanze, evitando così assembramenti che potrebbero creare pericoli particolari in questo momento di emergenza sanitaria.