Il sit-in degli antagonisti sotto Palazzo Lombardia (foto Mianews)
Il sit-in degli antagonisti sotto Palazzo Lombardia (foto Mianews)

Milano, 20 giugno 2020 - Non solo Pd e centrosinistra: anche l'area antagonista è scesa in piazza oggi, sabato 20 giugno, per protestare contro la Regione. I manifestanti dei centri sociali sono arrivati in via Melchiorre Gioia a Milano davanti, al Palazzo della Regione, per criticare "la gestione criminale" dell'emergenza Covid-19 in Lombardia.

image"Vogliamo giustizia" è il nome del sit-in organizzato dal collettivo Zam, che ha richiamato altri centri sociali della città e da tutta la regione, come la Fornace di Rho, il Lambretta e il Lume, che ha rivendicato il recente raid vandalico contro la statua di Montanelli.  Presenti anche sindacati di base e collettivi studenteschi Ci sono anche gli esponenti del Carc, il partito di estrema sinistra che ha rivendicato le scritte contro il governatore Attilio Fontana. E ne ha portate diverse anche in via Gioia: su un cartello la scritta "Fontana assassino Sala zerbino, commissariamento popolare!" campeggia sotto il palazzo della Regione con tanto di fantoccio di Fontana rappresentato come una statua da tirare giù. Un altro cartello scandice 'Buttiamo giù la cosca lombarda'  mentre su un foglio è scritto 'Più infermieri, meno carabinieri'. Sono tutti abbastanza giovani, dai 20 ai 30 anni, quelli che manifestano, e ci sono anche molti adolescenti: per evitare scontri sono schierati almeno un centinaio tra carabinieri e agenti di polizia in tenuta antisommossa.

Oggi il presidente Fontana non è in sede ma a Roma in visita dal Papa con una delegazione di medici. "Rivendichiamo il diritto di esprimerci nonostante il distanziamento sociale. Hanno ceduto a Confindustria", spiega una portavoce della Brigata di Mutuo Soccorso, che distribuisce alimenti alle persone più bisognose. Secondo i manifestanti bisogna commissariare la Regione Lombardia. Sono presenti alcune centinaia di persone. Indossano in gran parte le mascherine e alcuni organizzatori invitano a mantenere le distanze e a usare i disinfettanti. Gli ingressi della sede della Regione sono presidiati, come tutta la piazza, da forze dell'ordine in tenuta antisommossa e ci sono transenne.