Annuario, ballo e “talent show“ ma anche corsi di primo soccorso

L'associazione genitori dell'istituto De Marchi a Paderno Dugnano si impegna in iniziative sociali e formative per il benessere della comunità scolastica, con progetti innovativi e futuri come borse di studio e corsi di primo soccorso.

Annuario, ballo e “talent show“ ma anche corsi di primo soccorso

Annuario, ballo e “talent show“ ma anche corsi di primo soccorso

"Non vogliamo solo rendere più belle le scuole oppure organizzare la festa di Halloween, ma anche essere promotori anche di iniziative sociali e formative". L’associazione genitori dell’istituto comprensivo De Marchi l’altra sera si è presentata a mamme e papà in un open day che ha raccontato i progetti passati e anche quelli futuri. "Alcune mamme fanno parte del comitato genitori da nove anni. Dopo il Covid, ci siamo ricostituiti come gruppo quasi da zero e poi anche come associazione – racconta la presidente Cristina D’Armiento –. Abbiamo deciso di uscire più spesso sul territorio per avere una progettualità diversa, più articolata, e fare rete con altre realtà". Si lavora nella scuola e per la scuola con l’obiettivo di aumentare il benessere della comunità fatta da bambini, ragazzi, genitori, nonni, personale scolastico delle cinque scuole dell’istituto comprensivo De Marchi (materne Collodi e Rodari, elementari Curiel e De Marchi, medie Gramsci). Non sono le solite iniziative quelle messe in scena già lo scorso anno, come il talent show, il ballo di fine anno e un annuario, questi ultimi come quelli dei telefilm americani. Proprio a breve saranno scattati i nuovi ritratti per l’edizione 2023-2024 del’annuario: ogni ragazzo ha la sua foto e una frase sul futuro che sogna: tanti aspiranti ingegneri, c’è anche chi vorrebbe "viaggiare per il mondo" o "vivere a Dubai", ma molti semplicemente esprimono il desiderio di "essere felice". Una ventina gli iscritti, il direttivo oltre alla presidente vede Sabrina Panizzolo, Chiara Cappelletti, Roberta Fraschini, Chiara Corrao e Valeria Villani.

L’associazione per il 2024 vorrebbe supportare borse di studio, mediazione linguistica, serate per i genitori (cene con delitto, yoga, zumba). "Tra i progetti nuovi, con Gli amici di Padù vorremmo affrontare il tema del bullismo, già presente in terza elementare. La Cri è disponibile per un corso di disostruzione per le medie. Abbiamo anche contattato un’infermiera per un progetto sul primo soccorso per le medie: cosa fare se il mio amico cade dalla bici, se mi faccio male a una partita a pallone, come avvisare i soccorsi se il nonno a casa sta male e recuperare minuti preziosi senza andare in panico – spiegano le mamme –. Fino alla patente non si parla mai di primo soccorso e ci piacerebbe anticipare il tema".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro