Ambrogini d’Oro 2023, il giallo del mancato discorso del sindaco Sala e le ovazioni per Giulia Tramontano

Milano, la cerimonia per le onorificenze cittadine al teatro Dal Verme: lunghi applausi anche per Amalia Ercoli Finzi, prima donna laureata in Ingegneria aeronautica nel 1962

Il sindaco Giuseppe Sala consegna l'Ambrogino d'Oro 2023 ai genitori di Giulia Tramontano: Franco Tramontano e Loredana Femiano

Il sindaco Giuseppe Sala consegna l'Ambrogino d'Oro 2023 ai genitori di Giulia Tramontano: Franco Tramontano e Loredana Femiano

Milano – Come ogni anno nella giornata del patrono di Sant'Ambrogio, Milano ha reso omaggio ai cittadini, alle associazioni, alle realtà che hanno dato lustro alla città consegnando gli Ambrogini d'Oro, la massima onorificenza concessa dal Comune.

La consegna dell'Ambrogino d'Oro 2023 ad Elio Franzini per i 100 anni dell'Università Statale
La consegna dell'Ambrogino d'Oro 2023 ad Elio Franzini per i 100 anni dell'Università Statale

Sala e il giallo del discorso 

Per la prima volta il sindaco Giuseppe Sala non ha tenuto il tradizionale discorso sul senso di queste benemerenze e sullo spirito che anima Milano il 7 dicembre. Dal Comune non sono arrivate spiegazioni ma potrebbero aver influito in qualche modo le recenti tensioni tra Consiglio comunale e sindaco proprio sulla scelta dei nomi a cui consegnare il riconoscimento. Il sindaco aveva parlato di “scelte clientelari”. 

Il sindaco Giuseppe Sala consegna l'Ambrogino d'Oro 2023 ad Amalia Ercoli Finzi
Il sindaco Giuseppe Sala consegna l'Ambrogino d'Oro 2023 ad Amalia Ercoli Finzi

Ovazione per Giulia

In un teatro Dal Verme gremito gli applausi più grandi e le ovazioni sono andate alla memoria di Giulia Tramontano, la giovane vittima di femminicidio, e ad Amalia Ercoli Finzi, la prima donna a laurearsi in Ingegneria aeronautica nel 1962, consulente della Nasa e dell'Agenzia Spaziale Europea.

Andrea Pucci sul palco del teatro Dal Verme per ritirare l'Ambrogino d'Oro
Andrea Pucci sul palco del teatro Dal Verme per ritirare l'Ambrogino d'Oro

Pucci e gli attestati

Applausi anche per il comico Andrea Pucci la cui candidatura ha provocato diverse polemiche. Tra i premiati Carlo Arnoldi, per dodici anni presidente dell'associazione che riunisce i familiari delle vittime della strage di piazza Fontana, Francesco Borella, architetto e paesaggista che ha ideato il Parco Nord di Milano. Per la comunità ebraica Andrea Jarach, imprenditore. L'attestato è stato consegnato alla studentessa del Politecnico che ha dato il via alla protesta delle tende in piazza, Ilaria Lamera. Attestato di benemerenza civica anche a Quattro, il mensile del Municipio 4 che quest’anno compie i 26 anni di vita: a ritirare il riconoscimento è stata Stefania Aleni, direttrice della testata. 

Francesco Alberoni

La Medaglia alla Memoria é stata conferita anche alla memoria del sociologo Francesco Alberoni. Tra le realtà associative premiare c'è l'Osservatorio Metropolitano di Milano, centro studi indipendente e senza scopo di lucro che svolge da circa un decennio attività di ricerca, studio e approfondimento per la comprensione di fenomeni politici e sociali dell'area metropolitana di Milano.

La contestazione di SMS durante la cerimonia
La contestazione di SMS durante la cerimonia

Le contestazioni

La cerimonia è stata caratterizzata anche da alcune contestazioni. Fuori dal teatro erano presenti le tende degli studenti che chiedono più risorse per le residenze universitarie e anche il presidio della “Rete Mai più Lager - No ai Cpr”. Dentro al teatro invece è stato esposto uno striscione del della rete SMS (Spazio di Mutuo Soccorso) contro le politiche abitative del Comune.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro