Milano, 7 dicembre 2018 - Il sindaco Giuseppe Sala ha consegnato questa mattina le Civiche Benemerenze del Comune di Milano, gli Ambrogini d'Oro, nella tradizionale cerimonia pubblica al Teatro Dal Verme. I riconoscimenti sono 2 Medaglie d'Oro alla Memoria, 15 Medaglie d'Oro e 20 Attestati di Civica Benemerenza. Alla cerimonia hanno partecipato anche il presidente del Consiglio comunale, Lamberto Bertolé, e i componenti della Commissione per la concessione delle Civiche Benemerenze.

"Sono orgoglioso di essere sindaco di questa città, amata come non mai e fonte di ispirazione per l'Italia e l'Europa - ha detto il sindaco Sala nel suo discorso di saluto -. Qui c'è una città dove non manca mai chi sa fare il primo passo per l'interesse degli altri". Tra i nomi più noti premiati con la benemerenza ci sono quelli degli chef stellati Massimo Bottura e Claudio Sadler, il complesso milanese di Elio e le storie tese, il quotidiano Avvenire, che compie 50 anni, la redazione di Buone notizie, l'inserto del Corriere della Sera dedicato al mondo del sociale, lo psicoterapeuta e scrittore Massimo Recalcati. Ma il cuore di questi Ambrogini sono state le tante associazioni, realtà e persone che portano messaggi positivi, anche per il futuro.

La standing ovation dal pubblico in sala c'è stata per i ragazzi del Progetto Giovani, i pazienti della pediatria oncologica dell'Istituto nazionale dei tumori, che combattono ogni giorno con coraggio per affrontare la malattia. "Un riconoscimento - si legge nella motivazione - volutamente senza nomi, che premia quelli che ci sono e quelli che non ci sono piu'". I giovani pazienti lo scorso anno hanno registrato il video della canzone 'Palle di Natele', raggiungendo oltre 6 milioni di visualizzazioni. "Giovani - si legge - che in una mostra fotografica hanno raccontato la loro ricerca della felicita' in autoscatti di amicizia, sport e viaggi, e che in un fumetto, 'Loop, indietro non si torna', hanno parlato di cambiamenti, cicatrici e poteri da supereroi". "L'approccio positivo alla vita e alla piu' difficile delle battaglie fa del progetto giovani un vero vanto per tutti i milanesi", concludono le motivazioni della benemerenza. Numerosi applausi anche per Arianna Sz”rényi, deportata nei campi di sterminio nazisti e per Francesca Laura Wronowski, nipote di Giacomo Matteotti, deputato socialista assassinato dai fascisti, giornalista e partigiana.

Nel suo discorso alla cerimonia di consegna degli Ambrogini d'oro, il sindaco Sala ha anche ricordato Silvia Romano, la giovane cooperante milanese rapita in Kenya. "A proposito di buone notizie ne vorremmo ricevere una al più presto - ha detto il primo cittadino a -. Quella della liberazione di Silvia Romano, lo dico perché alcune associazioni che operano in Africa e che oggi ricevono l'Ambrogino lo hanno dedicato proprio a lei. Silvia, tutta Milano è con te e ti vuole libera subito". Al termine della cerimonia, il primo cittadino ha infine rivolto un tributo a Liliana Segre, presente in platea, che "ha accompagnato la storia di Milano". "Oggi ci fa piacere che sia qua con noi e le chiediamo di tenere vivi insieme a noi i valori dell'amatissima Milano", ha detto Sala. 

 

L'ELENCO DEGLI AMBROGINI D'ORO 2018:

Medaglie d'Oro alla Memoria: Cavalli Sforza Luigi Luca; Radice Ulianova.

Medaglie d'Oro: Alloisio Marco; Bassetti Rocca Andreina; Bottura Massimo; Crivelli Filippo; Elio e le Storie Tese; Fontana Alberto; Mantovani Alberto; Polo Simona; Recalcati Massimo; Roia Fabio; Sadler Claudio; Szorenyi Arianna; Tissi Jacopo; Wronowski Francesca Laura; Zanè Fannj Diana.

Attestati di Civica Benemerenza: ACRA - Organizzazione Non Governativa; Annoni Padre Maurizio; Associazione Cena dell'Amicizia Onlus; Associazione Politeia; Caliari Aleardo; Casa di Riposo per Musicisti Fondazione Giuseppe Verdi; CIAI Onlus - Centro Italiano Aiuti all'Infanzia; CISOM - Gruppo di Milano; CSV Milano - Centro Servizi Volontariato; Farina Gabriella; Fondazione Theodora Onlus; GILS - Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia Onlus; IPSIA - Istituto Pace Sviluppo Innovazione ACLI di Milano; Massimilla Donatella; Molla Massimo; Prina Anna Maria; Quotidiano Avvenire; Ragazzi del Progetto Giovani; Redazione di Buone Notizie; Villa Don Antonio.