Allianz all’ultimo respiro. Vittoria solo al tie break

Superlega. Taranto complica i piani dei lombardi. Porro: "Non la miglior partita"

Allianz all’ultimo respiro. Vittoria solo al tie break

Allianz all’ultimo respiro. Vittoria solo al tie break

La penultima giornata di andata di Superlega porta la vittoria per l’Allianz Milano e solo due punti. In una partita non bella e finita al tie break i meneghini si impongono per 3 a 2 contro una Gioiella Prisma Taranto per nulla arrendevole. Dopo un avvio equilibrato sono gli ospiti a risicare qualche punto di vantaggio. Milano va in difficoltà in fase di ricezione con un Melgarejo non proprio in serata nel fondamentale. Non è efficace nemmeno l’attacco. Taranto, che porta a casa pure quattro muri punto contro zero di Milano, ne approfitta, fa il suo gioco e si porta sull’uno a zero. Piazza prova a dare una scossa mettendo Dirlic al posto di Reggers.

I lombardi danno segnali di reazione e fanno intravedere, a tratti, il proprio valore e gioco. Non è la miglior Allianz, l’allenatore rischia Ishikawa al posto di uno spento Melgarejo. Con fatica, ai vantaggi, Milano rimette la situazione in parità. Nel secondo, i padroni di casa continuano ad annaspare e si ritrovano sotto per 7 a 13. Disattenzioni ed errori contraddistinguono l’incontro. Milano ci mette tre set per riuscire a fare muro punto contro la Gioiella Prisma e riaggancia gli avversari sfruttando un ritrovato Reggers. L’illusione dura poco e una Taranto più cinica, con Sala e Gargiulo sugli scudi, si riporta in vantaggio e fa suo il parziale andando sul 2 a 1. La partita prosegue con alti e bassi e imprecisioni. L’Allianz Milano prova almeno a garantirsi il tie break ed entra in campo prestando più attenzione. Si rivede pure un Kaziyski per tre set praticamente inerme. I lombardi, in ogni caso, portano il match al quinto dove esce fuori il carattere dei meneghini che conquistano la sofferta vittoria. "Non la nostra miglior partita – dice Porro – ma non era una squadra da sottovalutare, anzi, hanno fatto 3 a 2 con quasi tutte le big. Abbiamo giocato meno bene il primo set, poi ci siamo ripresi. In campionato c’è un livello forse anche superiore alla Cev, dove arriveranno le partite difficili e ci faremo trovare pronti. Questo dicembre è fitto di impegni, siamo qui per questo non vediamo l’ora di giocare".

ALLIANZ MILANO-TARANTO: 3-2 (19-25; 26-24; 25-22; 25-16; 15-3)

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro