SILVIO DANESE
Cronaca

Al cinema in realtà virtuale (ma c’è compagnia)

Al cinema in realtà virtuale (ma c’è compagnia)

Al cinema in realtà virtuale (ma c’è compagnia)

di Silvio Danese

Prerogativa e fiore all’occhiello dei festival da anni (Venezia, Locarno Berlino, Torino), i film in realtà virtuale proliferano, superano problemi tecnici, compositivi ed editoriali, ci sono e lottano con noi in quel futuro avventuroso e nebuloso del cinema frantumato tra luoghi, formati, modelli narrativi e device. Bene. Ma il pubblico? Lo scoglio non è solo l’acquisto di un visore VR. È la vaga informazione, quel "ma sono ancora cose sperimentali e io non mi metto in casa da solo con quel coso sugli occhi".

Siamo invece a un primo vero passo. Sembra una notizia, sono due. La prima: apre la prima sala italiana di realtà virtuale a programmazione, e a pagamento, al cinema Anteo (oggi e domani in promozione gratuita, da venerdì prossimo nel cartellone quotidiano). La seconda notizia: venti posti. Ovvero, i film li vediamo soli, ciascuno col suo visore, ma insieme. E a meno di dileguarsi di corsa, sarà difficile non scambiare impressioni e opinioni. Ci dicono che un giorno staremo insieme "dentro" un film senza visore, senza limiti. Si va avanti. "Vogliamo esplorare tutte le novità e i cambiamenti del mondo del cinema e dell’audiovisivo -dice Lionello Cerri, amministratore delegato di Anteo -. Le nostre sale non sono solo luogo di fruizione, ma anche di incontro e condivisione di passioni. Questo nuovo spazio dedicato alla VR Experience risponde alla voglia di conoscere, confrontarsi e crescere insieme ai nostri spettatori".

Tra i primi contenuti VR in programma nei due “open day“ troviamo “Lockdown 2020 – L’Italia invisibile“, documentario di Omar Rashid che racconta (voci di Matilde Gioli e Vinicio Marchioni) un viaggio di bellezza e desolazione nelle più importanti città d’arte durante l’emergenza Covid; “La Divina Commedia VR – Inferno“, regia di Federico Basso e Alessandro Parrello (voce narrante di Francesco Pannofino), e "Vulcano – La vita che dorme", un’esperienza immersiva nell’eruzione del vulcano islandese sul monte Fagradalsfjall dopo 800 anni di inattività, diretto da Rashid (voce di Valentina Lodovini). "Happy Birthday", infine, è un cortometraggio, protagonisti Jenny De Nucci e Fortunato Cerlino con la partecipazione di Achille Lauro: una storia di isolamento sociale. A 360 gradi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro