Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Acqua nei navigli Ecco il calendario

Stagione irrigua alle porte, siccità che morde, torna l’acqua nella rete dei navigli, reduci dall’asciutta tecnica di primavera. Con qualche modifica tattica al calendario e comunque a scaglioni: le manovre di reimmissione sono programmate sulla base di esigenze irrigue e istanze del territorio, ma anche sulla base della mole e delle tempistiche dei lavori in corso di esecuzione di tratto in tratto. Sarà dunque immissione graduale nel Naviglio Grande, teatro di importanti opere di consolidamento spondale. Per quel che concerne la Martesana, nel tratto da Milano all’Adda, acqua nel canale invece già dalla giornata del 4 aprile, e alle porte dell’inizio ufficiale della stagione di irrigazione. È il Consorzio del Canale Villoresi a fornire in queste ore una panoramica aggiornata del calendario di fine asciutta. Con due focus. Il primo sull’area del Naviglio Grande, dove, causa lavori ancora in corso, si è scelto di procedere a lotti: una prima re immissione già nei giorni scorsi, una seconda tranche la prossima settimana. "Considerata l’attuale situazione di crisi idrica - così una nota tecnica - il Consorzio ha deciso di dedicare qualche giorno in più al completamento dei lavori nei cantieri della zona dell’Abbiatense per la messa in sicurezza di circa 7 chilometri di sponda, anticipando altresì alcune delle attività programmate per la prossima asciutta". Scelta strategica. L’immissione dell’acqua in due momenti e su tratti differenti, spiega il presidente Alessandro Folli, consente infatti di ultimare le opere, ma anche di preservare una riserva idrica in vista delle irrigazioni stagionali. Meno problemi in area Martesana, dove la reintroduzione graduale dell’acqua partirà dal 4 aprile.

"Qui - spiega Carla Colombo, del Consorzio del Canale Villoresi - fatta salva l’esigenza d’acqua in un momento difficile, vi sono stati meno problemi di programmazione. Il tratto di Martesana dell’est milanese non è stato teatro di interventi strutturali massicci, già eseguiti negli anni scorsi". Proprio l’asta del Martesana fu oggetto di un colossale intervento di consolidamento spondale e riqualificazione di alcuni tratti in concomitanza con Expo.M.A.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?