Laccio, il re delle luci dell’Eurovision: “Tra raggi laser e sfere rotanti vi regalo il mio Natale magico”

Il coreografo ufficiale del festival ha plasmato il villaggio milanese “A Christmas Magic“ al MiCo: "Alla cerimonia inaugurale dei Mondiali in Qatar ho offerto la creatività italiana agli occhi del mondo"

Il coreografo Emanuele Cristofori, in arte Laccio

Il coreografo Emanuele Cristofori, in arte Laccio

Dalla performance dei Måneskin al Saturday Night Live agli spettacoli di Virginia Raffaele, dal musical “Tutti parlano di Jamie” ai video di Mika, alla giuria di “Ballando sotto le stelle”, quello di Emanuele Cristofori, in arte Laccio, coreografo ufficiale dell’Eurovision 2022 e di tanti altri eventi, è un mondo che ora si apre pure al Natale.

C’è lui, infatti, dietro quell’universo di sogni imbiancati che brulica tra il gioco di specchi della Fabbrica dei Regali e i ghirigori dei pattinatori sulla Via del Ghiaccio di “A Christmas Magic“, il villaggio da cartolina alloggiato nel cuore di Milano, al MiCo di Citylife, finomal 7 gennaio. "Il Natale ha dei codici che non puoi stravolgere, quindi, in un’impresa del genere la difficoltà più grossa è quella di riuscire a trovare comunque originalità in atmosfere e situazioni già esplorate tantissimo", racconta Emanuele-Laccio, definito a suo tempo da Vogue un artista “con la faccia di un angelo del Botticelli e lo spirito di Johnny Rotten”.

“L’iterazione tra i mondi tecnologici di raggi laser, sfere rotanti ed effetti speciali con lo spirito del Natale può rendere l’apparato scenografico creato dagli specialisti dello studio Giò Forma ancora più sorprendente, grazie anche all’esperienza accumulata in spettacoli di ben altro genere".

Laccio ammette che l’immaginario coreografico di questa sua nuova esperienza guarda al mondo del cinema e del varietà. "Si va dai grandi classici di Hollywood a tema natalizio come ‘Il Grinch’, ad esempio, alle Rockettes del Radio City Music Hall di New York con la loro forza di moltiplicazione", dice. "Il nostro lavoro s’è concentrato soprattutto sul grande albero, alto 9 metri, il Magic Tree, a cui portano tutte le strade e attorno al quale ruota gran parte delle performance di attori e ballerine".

Per Cristofori “A Christmas Magic” rappresenta l’ennesima scommessa di una carriera costellata di avventure esaltanti. Le più importanti? Probabilmente quelle che gli hanno calato una maglia azzurra sulle spalle. "Il lavoro fatto per l’Eurovision o quello per la cerimonia inaugurale dei Mondiali in Qatar rimane tra quelli che m’hanno coinvolto di più", assicura.

“Perché con l’opportunità di avere una platea molto ampia mi hanno caricato sulle spalle la responsabilità di offrire un po’ di creatività italiana agli occhi del mondo". E il futuro? "Ancora tv grazie a ‘Colpo di luna’, il nuovo show di Virginia Raffaele in onda da gennaio il venerdì su RaiUno per quattro settimane".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro