Domenica il Mantova giocherà in casa della Caronnese una gara di grande importanza
Domenica il Mantova giocherà in casa della Caronnese una gara di grande importanza

Mantova, 7 gennaio 2019 - Durante la sosta di fine anno è stato detto a più riprese che il ritorno sarebbe stato più difficile dell'andata. In particolare il Mantova avrebbe dovuto fare i conti con un inizio più impegnativo rispetto al Como. Le analisi degli addetti ai lavori, purtroppo verrebbe da dire, hanno trovato un'immediata conferma dal campo. In effetti è bastata la prima giornata di ritorno per azzerare tutto tra le due grandi duellanti e la squadra di Morgia non solo ha visto subito svanire l'esiguo margine di vantaggio di due punti nei confronti dei lariani, ma adesso deve anche guardare avanti facendo i conti con l'insidiosissima trasferta che domenica la porterà in casa della Caronnese.

I varesini, che all'andata sono riusciti a strappare un pareggio al "Martelli" (molto amaro per i biancorossi), si sono presentati al via della stagione coltivando precisi sogni di gloria e non sono affatto intenzionati ad accontentarsi di un ruolo di secondo piano. Premesse che fanno capire fin d'ora le difficoltà che incontrerà nella seconda giornata di ritorno la compagine virgiliana alla quale non è bastato tutto un secondo tempo giocato all'attacco per avere ragione di una Virtus Bergamo che ha ribadito l'indubbio potenziale a disposizione.

Complice una prima frazione di gioco non brillantissima e la mancanza della zampata vincente, il Mantova, pur avendo ampiamente meritato la vittoria ai punti con gli orobici, è stato così costretto ad uscire dal terreno di gioco con un solo punto e a vedersi affiancare al comando del girone B di serie D da un Como più determinato che mai a risalire in serie C. Un inizio del 2019 che certo non ha riempito di entusiasmo l'ambiente mantovano ma che deve essere letto nella direzione che Mister Morgia sta predicando ormai dall'inizio del Campionato: "La prima cosa da guardare è il gioco e l'impegno dei ragazzi. Talvolta può anche capitare di non riuscire a vincere, ma i giocatori devono uscire dal campo con la consapevolezza di avere dato tutto. Fatto questo, sarà possibile accogliere anche qualche risultato non proprio gradito, con la convinzione che o Campionati si vincono da marzo in poi e che, solitamente, vince chi gioca meglio...". Un “ritornello” da sottoscrivere in pieno in questo impegnativo avvio del 2019 del Mantova.