Un volo di dieci metri. Precipita dal tetto mentre faceva controlli. Salvo per miracolo

Ricoverato a Milano un sessantenne residente nella Bergamasca

Un volo di dieci metri. Precipita dal tetto mentre faceva controlli. Salvo per miracolo

Un volo di dieci metri. Precipita dal tetto mentre faceva controlli. Salvo per miracolo

CASALETTO VAPRIO (Cremona)

Infortunio sul lavoro ieri mattina poco prima delle 7.30 a Casaletto Vaprio nella ditta Vancom di imballaggi, via Tre Venezie. Un operaio di sessant’anni straniero, residente nella Bergamasca e dipendente di una ditta esterna, era incaricato con una squadra di controllare il tetto dell’azienda. Il lavoro è cominciato presto, appena sorto il sole. Il dipendente, insieme ai suoi compagni, è salito sul tetto a un’altezza di oltre dieci metri. Mentre ciascuno raggiungeva il posto stabilito, il sessantenne ha fatto alcuni passi sul tetto, senza accorgersi, forse per la scarsità di luce, di mettere i piedi su un lucernario in plexiglass che non ha resistito al suo peso e si è aperto, facendo precipitare l’uomo. L’operaio ha fatto un volo di 10 metri e fortunatamente si è salvato perché probabilmente l’urto è stato attutito da del materiale presente sotto il lucernario. Caduto a terra, l’operaio è stato soccorso immediatamente dai colleghi e dal personale dell’azienda. Sul posto è stata fatta intervenire l’auto medica con un’ambulanza della Croce Verde di Crema che hanno trovato l’infortunato cosciente e collaborativo. L’operaio è stato stabilizzato dai soccorritori che hanno constatato che, nonostante il terribile salto, le sue condizioni non erano preoccupanti. Il medico non ha quindi ritenuto di doversi avvalere di un elisoccorso e ha fatto trasportare in ospedale l’infortunato con una ambulanza.

Lo straniero è stato ricoverato in codice giallo al pronto soccorso del policlinico di Milano. I medici che l’hanno visitato hanno definito le sue condizioni non preoccupano. Sul posto anche una pattuglia di carabinieri per i rilievi e i tecnici della Asst di Crema per verificare se le condizioni di sicurezza sul luogo di lavoro siano state rispettate. Al momento non risulta alcun sequestro, anche se le indagini sono in corso per verificare le condizioni di sicurezza dell’operario che era sul tetto e accertare se tutte le misure di prevenzione sui luoghi di lavoro siano state rispettate.