Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 giu 2022

Tre alternative dopo la bufera

10 giu 2022

Alle urne domenica cercando di lasciarsi alle spalle i due anni durissimi di pandemia, quando il Covid colpì in maniera devastante la comunità lasciando uno strascico di lutti e di conseguenze economiche e sociali. Ora Castiglione si rimette in gioco. I cittadini potranno scegliere fra tre alternative: Costantino Pesatori (nella foto), 45 anni, sindaco uscente che si ripresenta con la lista “Valore in comune“; Stefano Priori, 50 anni, vicesindaco che ha consumato lo strappo, con la compagine “RipartiAmo insieme“; Michael Crea, 33 anni, l’outsider a capo della coalizione “Castiglione da migliorare“.

Costantino Pesatori ribadisce: "L’amore per il mio paese mi ha spinto a ricandidarmi con impegno e passione anche per portare a compimento le opere che non ho terminato. L’esperienza del Covid mi ha fortificato e arricchito. In quei giorni in Comune abbiamo fronteggiato le emergenze con coraggio, forza, impegno. Poi però la gente è diventata indifferente, e questo è il male più grosso. In questi cinque anni abbiamo portato a termine una marea di opere pubbliche: via della Vittoria con i marciapiedi rifatti, l’illuminazione pubblica, gli interventi nelle scuole, l’archivio comunale spostato. Ho il rammarico dei parchi giochi come del centro sportivo, che ha tante potenzialità".

Per Stefano Priori "è l’ora del cambiamento". Per l’aspirante sindaco "il paese ha reagito con dignità alla bufera del Covid e bisogna ripartire dall’unità e solidarietà anche se la crisi arriva da lontano. Occorre fare con passione, non per interesse personale, in ascolto quotidiano delle esigenze della società, che cambiano". Priori prevede incontri periodici in piazza tra sindaco e cittadini, mentre le iniziative devono sempre coinvolgere tutto il paese: piano asfalti, riqualificazione del centro storico, ciclabili e aree verdi sono i principali punti programmatici.

Per Michael Crea invece occorre una svolta generazionale in municipio e nella gestione della cosa pubblica. "Occorre dare un segnale al paese: nuove idee, prospettive, cambiamento. Vogliamo metterci la faccia". Mettere in sicurezza via Umberto I, senso unico su tutto l’asse centrale per agevolare il commercio, più valore ai parchi è la lista delle priorità.

Mario Borra

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?