Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 lug 2022

Diagnosi e cure ricevute in ospedale: l’Asst chiede il ticket anni dopo

Casalpusterlengo, sconcerto dopo la richiesta di pagamento arrivata a casa delle persone: "Ma noi eravamo esenti"

15 lug 2022
mario borra
Cronaca
L’Asst ribadisce di averlo fatto "per gantire correttezza, equità e sostenibilità"
Sanità
L’Asst ribadisce di averlo fatto "per gantire correttezza, equità e sostenibilità"
Sanità

Casalpusterlengo (Lodi) - Cartelle di pagamento per prestazioni sanitarie datate diversi anni fa in arrivo in questi giorni nelle case di diverse persone e scoppia la polemica. In queste ore sono vibranti le proteste di chi ha ricevuto a casa, dall’Agenzia delle Entrate su mandato dell’Asst di Lodi, richiesta di pagamento per prestazioni di circa dieci anni fa: il nodo però, secondo la lamentela, è che, all’epoca, non era dovuto nulla poichè il paziente era esente dall’esborso. Quindi la sorpresa è stata doppia e decisamente fastidiosa: ricevere una cartella dopo anni con una scadenza di pagamento molto ravvicinata (entro la fine di luglio), con la certezza di essere a posto e di non dover sborsare nulla, ha pasto diversi interrogativi.

Molti hanno cercato l’Agenzia delle Entrate per chiedere spiegazioni, senza ottenere chiarimenti in merito (l’ente ha solo l’incarico di riscuotere). Sulla vicenda, ha preso posizione l’azienda sanitaria territoriale cercando di fare chiarezza. "L’attività di recupero dei ticket sanitari non corrisposti è prevista e regolata da precise normative nazionali e regionali, che indicano in dieci anni il termine di prescrizione per la riscossione del mancato pagamento – hanno fatto sapere da Asst –. Tale attività è svolta dall’Asst di Lodi con l’obiettivo di garantire correttezza, equità e sostenibilità del servizio sanitario pubblico anche se sarà nostra premura venire incontro alle esigenze di tutti, se ci fossero stati errori". Per questo motivo, l’azienda sanitaria si è attivata per creare un numero di telefono e una mail dedicata ai cittadini che hanno necessità di spiegazioni in merito alla richiesta di pagamento pervenuta in questi giorni dall’Agenzia delle Entrate. Il numero di telefono è 0371376431, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, mentre è attiva pure una mail all’indirizzo [email protected] I cittadini possono anche recarsi di persona presso la sede dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico, in viale Savoia a Lodi, aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?