Il futuro dell’ospedale. Timori sui servizi oncologici: "Resteranno in città"

Casalpusterlengo, l’Asst risponde alle preoccupazioni del comitato civico "Sempre al quinto piano. È previsto solo un trasloco di pochi metri".

Il futuro dell’ospedale. Timori sui servizi oncologici: "Resteranno in città"

Il futuro dell’ospedale. Timori sui servizi oncologici: "Resteranno in città"

Il Comitato civico ospedali di Casalpusterlengo e Codogno scrive alla presidenza della Commissione Istituzionale per lo sviluppo del servizio ospedaliero locale e per il monitoraggio delle prospettive gestionali del Distretto Sanitario di Casalpusterlengo "Vogliamo sapere se è stata presa la decisione di trasferire il MAC (Macro attività ammbulatoriale complessa) oncologico da Casalpusterlengo a Codogno". Ma Asst smentisce: "Il MAC oncologico resta collocato al quinto piano del presidio ospedaliero di Casalpusterlengo, anche se dovrà essere spostato di pochi metri, negli spazi in precedenza occupati dalla degenza oncologica".

Gli espontenti del comitato, venerdì, avevano chiesto "la convocazione urgente della Commissione". "Il MAC oncologico - comunica l’azienda socio-sanitaria territoriale di Lodi replica - resta collocato al quinto piano del presidio ospedaliero di Casalpusterlengo, anche se dovrà essere spostato di pochi metri, negli spazi in precedenza occupati dalla degenza oncologica. Ciò avverrà nei prossimi mesi, compatibilmente con il mantenimento dell’attività erogata ai pazienti che, peraltro, grazie al nuovo layout distributivo, avranno a disposizione un reparto con locali totalmente rinnovati e arricchiti di comfort, con camere di degenza a 2 posti letto e bagno interno". Poi, parlando dell’organizzazione generale, l’azienda ospedaliera assicura: "Il progetto rientra nell’ambito di una più ampia evoluzione organizzativa “a scacchiera“, che prevede una serie di opere propedeutiche, necessarie per la realizzazione della Casa di Comunità e dell’Ospedale di Comunità. Quest’ultimo, infatti, sarà collocato al 2° piano del presidio di Casalpusterlengo, al posto dell’attuale reparto di Medicina, che dovrà essere contestualmente trasferito al 5° piano, nell’area oggi occupata dal MAC oncologico. All’interno di questo piano di interventi propedeutici rientra anche la costruzione di una rampa carrabile, prevista per migliorare l’accessibilità al piano interrato dell’edificio, i cui lavori di realizzazione inizieranno nei primi giorni di aprile". "Le azioni poste in essere sul presidio di Casalpusterlengo – conclude Asst – vanno nella direzione di ampliare l’offerta per i cittadini, come per esempio l’accesso diretto ai prelievi e l’ampliamento dell’offerta radiologica. Eventuali successivi progetti su questo ospedale saranno individuati e condivisi nelle sedi istituzionali del Collegio di Rappresentanza e dell’Assemblea dei Sindaci di Distretto".