Furto nel bar. Incastrato il ladro col monopattino

Un uomo di 48 anni, noto per reati contro il patrimonio, è stato identificato e denunciato a Lodi per aver saccheggiato un bar con un monopattino. Le telecamere hanno permesso di individuarlo.

Furto nel bar. Incastrato il ladro col monopattino

Furto nel bar. Incastrato il ladro col monopattino

Scassinatore in monopattino incastrato dalle telecamere, risponderà per furto aggravato. Un uomo di 48 anni, noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e residente nel Milanese, è stato identificato e denunciato dagli agenti della Questura di Lodi. È accusato di aver saccheggiato, il 23 aprile a Lodi, il Bar Paradise. Prima l’individuo aveva forzato la porta a vetri del locale, poi aveva arraffato il registratore di cassa e infine se ne era andato con il mezzo elettrico. Lasciando dietro di sé un danno che poi si è rivelato importante. Proprio le prime immagini, riprese nell’esercizio pubblico e dalle telecamere di videosorveglianza della zona, hanno però permesso agli inquirenti di avere un primo identikit del responsabile. A quel punto, dopo la denuncia dei titolari, è iniziata l’indagine, oggi arrivata a una svolta, con l’indentificazione della persona accusata. Attraverso la combinazione tra indagini classiche di polizia giudiziaria e l’ampio utilizzo di strumenti e metodologie tecniche, quali banche dati e sistemi di videosorveglianza, sono state così ricostruite le fasi dell’incursione ed è stato individuato l’uomo sotto accusa. È finito nei guai un pluripregiudicato per reati specifici contro il patrimonio che, secondo gli inquirenti, sarebbe arrivato a Lodi a bordo del treno Saronno – Lodi e poi, con il proprio monopattino, si sarebbe diretto al bar per effettuare il colpo, tornando nuovamente in stazione e ripartendo con lo stesso treno Lodi - Saronno. Una sorta di pendolare del crimine che però adesso sarebbe stato incastrato.

P.A.