Furti (anche all’ospedale Maggiore), scippi e uso indebito di carte di credito: arrestato in centro a Lodi

L’uomo, un italiano senza fissa dimora, è stato incastrato grazie alle immagini delle telecamere di video sorveglianza. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere comprende accuse per 16 reati

L'indagato è stato incastrato dalla videosorveglianza

L'indagato è stato incastrato dalla videosorveglianza

Lodi, 17 marzo 2024 – Un uomo italiano, senza fissa dimora e noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Lodi e recluso nella casa circondariale Cagnola della città. Gli agenti hanno eseguito una misura cautelare in carcere a carico dell'uomo, che è stato rintracciato il 16 marzo 2024. Si tratta di una persona nota alle forze dell’ordine, perché accusata di aver compiuto molteplici furti e scippi, nella maggior parte dei casi, nel centro storico di Lodi. Gli inquirenti dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico (squadre volanti), monitorando costantemente anche l'impianto di videosorveglianza cittadino, hanno pizzicato l'uomo al mercato ed è quindi scattato l'arresto.

Dopo l'identificazione in Questura, l'interessato è stato accompagnato al Cagnola. Il provvedimento, emesso dal giudice per le indagini preliminari della locale Procura di Lodi, include sedici capi di imputazione, che riguardano reati che l'indagato avrebbe commesso a Lodi, tra il 2022 e il 2024. Tra le accuse ci sono l' utilizzo indebito di carte di credito e alcuni furti avvenuti all’ospedale Maggiore di Lodi. Ora l'uomo dovrà difendersi dalle accuse davanti al giudice.